Ambiente

Protezione civile, allerta caldo

BARI - Il servizio di Protezione civile della Regione Puglia alle prese con l'ondata di caldo, oltre con quella degli incendi. Da Bari stamani la comunicazione che "il consolidarsi del promontorio di matrice africana che da alcuni giorni insiste sul Mediterraneo centrale favorirà per tutta la settimana alte temperature che toccheranno i 38 gradi nelle aree interne del Foggiano e della Bat e nell'immediato entroterra del litorale ionico".

BARI - Il servizio di Protezione civile della Regione Puglia alle prese con l'ondata di caldo, oltre con quella degli incendi. Da Bari stamani la comunicazione che "il consolidarsi del promontorio di matrice africana che da alcuni giorni insiste sul Mediterraneo centrale favorirà per tutta la settimana alte temperature che toccheranno i 38 gradi nelle aree interne del Foggiano e della Bat e nell'immediato entroterra del litorale ionico".

A partire da oggi, infatti, e fino ad almeno giovedì 21 giugno, sulla Puglia "si prevedono temperature superiori di 4-6 gradi centigradi rispetto alla media stagionale, ma i ridotti valori di umidità relativa e una significativa componente settentrionale del vento renderanno il caldo più sopportabile", per fortuna. Si attendono, con una tendenza ad un leive e graduale aumento nei prossimi giorni, temperature massime che andranno dai 31-34 gradi, sino a 35-38 gradi in alcune zone della regione.

I consigli che la Protezione civile ha diaramato sono: evitare di uscire di casa nelle ore più calde della giornata, tra le ore 12 e le 18; fare bagni e docce d'acqua fredda per ridurre la temperatura corporea; schermare i vetri delle finestre per evitare il riscaldamento dell'ambiente; bere molta acqua, e in particolare le persone anziane devono bere anche in assenza di stimolo della sete, anche se non si avverte sete, il corpo potrebbe avere bisogno di acqua; evitare bevande alcoliche, consumare pasti leggeri, mangiare frutta e verdure fresche (alcolici e pasti pesanti aumentano la produzione di calore nel corpo); indossare vestiti leggeri e comodi, in fibre naturali come cotone e lino perchè gli abiti in fibre sintetiche impediscono la traspirazione, quindi la dispersione di calore; accertarsi delle condizioni di salute di parenti, vicini e amici che vivono soli.

Come è evidente, le raccomandazioni delle Protezione civile riguardano soprattutto persone anziane o portatrici di particolari patologie che potrebbero essere aggravate dal caldo intenso, e i bambini più piccoli. Gli ospedali e il servizio 118 sono naturalmente pronti a fronteggiare richieste di intervento legate all'ondata di calore attesa in Puglia.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protezione civile, allerta caldo

BrindisiReport è in caricamento