Riparte la guerra sulla "Strada dei Colli"

CISTERNINO – Oggi lunedì 7 ottobre alle 18 presso il municipio di Cisternino sarà presentato il nuovo progetto della "Strada dei Colli" di collegamento con Ostuni, e quindi con le marine.

Strada dei Colli, il percorso della discordia

CISTERNINO - Oggi lunedì 7 ottobre alle 18 presso il municipio di Cisternino sarà presentato il nuovo progetto della "Strada dei Colli" di collegamento con Ostuni, e quindi con le marine. "Vogliono riprovarci", insorge il Comitato per la salvaguardia del paesaggio e del territorio di Cisternino, che nei giorni scorsi si era riunito "per delineare i punti del programma che si intende seguire per opporsi, ancora una volta, a quello che ha tutta l'aria di essere un ennesimo attentato al territorio ed al paesaggio di uno dei pochi luoghi risparmiati dallo scempio che ha spesso caratterizzato gli interventi edilizi dalla nostra amministrazione".

Il Comitato, alla luce delle scarse informazioni disponibili, alla vigilia della presentazione nutre comunque dubbi sul fatto che si possa parlare di "strada museo" a basso impatto ambientale "o sulle assicurazioni circa una sensibilità del Comune verso le esigenze di tutti gli espropriati. Non si vuole con questo chiudere la porta in faccia ad una possibilità di confronto: tutt'altro. Ci teniamo, tuttavia, ad evidenziare la nostra ferma convinzione che il dialogo debba necessariamente passare dalla trasparenza, dalla correttezza e completezza della informazione, e ciò soprattutto quando uno degli interlocutori è una pubblica amministrazione".

Quindi il punto è capire "quale sarà l'esatto percorso della Strada dei Colli, comprendere la ragione per la quale i fondi stanziati per questo progetto non possono essere indirizzati verso opere, sempre concernenti la viabilità, ma senz'altro meno invasive. Sapere se sono state valutate delle alternative all'intervento - ed in caso affermativo - le ragioni per le quali sono state scartate. Sotto questo profilo la collaborazione ed il sostegno di alcuni consiglieri comunali intervenuti all'incontro potrà rivelarsi molto utile".

Comunque, l'impressione è che il Comitato, a prescindere e per bocca di Francesco Pinto, si dichiari scettico e contrario, ritornando a prefigurare una finalizzazione occulta dell'opera a servizio in futuro di lottizzazioni sui colli tra Ostuni e Cisternino. Insomma, dialogare sarà difficile.

 

 

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento