Rifiuti: accordo raggiunto. Da lunedì si parte con Monteco

BRINDISI – Il rischio di blocco per la raccolta dei rifiuti è stato scongiurato. Dopo la fumata bianca di ieri sera, questa mattina i 271 lavoratori ex Innovambiente ed Ecotecnica, che adesso svolgeranno il servizio per Monteco, hanno raggiunto un accordo e firmato il nuovo contratto con l’azienda.

BRINDISI - Il rischio di blocco per la raccolta dei rifiuti è stato scongiurato. Dopo la fumata bianca di ieri sera, questa mattina i 271 lavoratori ex Innovambiente ed Ecotecnica, che adesso svolgeranno il servizio per Monteco, hanno raggiunto un accordo e firmato il nuovo contratto con l'azienda. Da lunedì mattina quindi, così come prevedeva il capitolato d'appalto, la società leccese comincerà la raccolta dei rifiuti nel capoluogo.

Nel frattempo Innovambiente ha già ritirato i suoi cassonetti e liberato dai mezzi il capannone concesso dal Comune all'azienda. Monteco, a cui l'amministrazione con una delibera di giunta ha dato l'affidamento diretto nonostante l'azienda avesse ance vinto la gara d'appalto per l'assegnazione, per quasi 30 milioni di euro gestirà la raccolta per i prossimi due anni.

Brindisi, insieme agli altri comuni dell'Ato 1, avrebbe dovuto già avere un servizio con affidamento unico ma, i problemi di scarsa affidabilità della Innovambiente, già a dicembre avevano spinto le amministrazioni comunali a rescindere il contratto e optare per affidamenti singoli e temporanei, validi sono per due anni, per poter organizzare una nuova gara d'appalto.

In attesa di risolvere la questione rifiuti in maniera definitiva, per il capoluogo si è reso necessario questo passaggio tra le due ditte. Ma per risolvere definitivamente i problemi di sporcizia in città, ci vorrà ancora del tempo: per entrare a pieno regime infatti, la Monteco avrà bisogno di organizzare al meglio i turni e la programmazione.

"Ai cittadini di Brindisi - ha scritto in una nota l'amministrazione comunale - si chiede un atteggiamento estremamente collaborativo visto che inevitabilmente nel passaggio dalla precedente alla nuova società si registreranno dei disagi che saranno limitati a pochi giorni".

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento