Rifiuti, Bozzano si mobilita

BRINDISI – Con Caronte che passa la staffetta a Minosse a Brindisi oltre a non respirare per l’afa e il caldo torrido, non si può respirare per la spazzatura che invade le strade della città. Brindisi, città d’acqua è in pieno allarme “monnezza”. Il quartiere Bozzano, grazie al comitato “Bozzano pulito” ha organizzato per oggi un incontro, il quinto, alle ore 18 presso il salone della Parrocchia S.Giustino De Jacobis per attuare nuove misure di pulizia visto che la Monteco è in sciopero e nessuno si preoccupa di ripulire la città.

I cassonetti della differenziata sommersi dai rifiuti

BRINDISICon Caronte che passa la staffetta a Minosse a Brindisi oltre a non respirare per l’afa e il caldo torrido, non si può respirare per la spazzatura che invade le strade della città. Brindisi, città d’acqua è in pieno allarme “monnezza”. Il quartiere Bozzano, grazie al comitato “Bozzano pulito” ha organizzato per oggi un incontro, il quinto, alle ore 18 presso il salone della Parrocchia S.Giustino De Jacobis per attuare nuove misure di pulizia visto che la Monteco è in sciopero e nessuno si preoccupa di ripulire la città.

Le soluzioni non arrivano e i cittadini corrono ai ripari “fai da te”, perché Brindisi, invasa dalle buste di plastica piene di rifiuti – con odori e insetti di ogni genere annessi – non si può vedere (e né sentire). E’ una vera e propria emergenza igienico – sanitaria in città, soprattutto nelle zone dove la raccolta differenziata porta a porta è iniziata da qualche settimana. In ogni angolo si trovano cumuli di rifiuti, in quanto i vecchi cassonetti sono stati rimossi. Cittadini che non fanno il proprio dovere.

All’incontro organizzato nel pomeriggio di oggi dal “Comitato Bozzano pulito” si cercherà di fare il punto della situazione e cercare delle soluzioni  per sconfiggere questo grosso problema. Interverrà durante l’assemblea pubblica, Gianluigi Fantetti ingegnere dell’Ufficio tecnico che si occupa del settore igiene urbana del Comune di Brindisi, insieme ad un responsabile dell’azienda addetta alla raccolta rifiuti, ovvero la Monteco, e al comandante della Polizia municipale, Teodoro Nigro.

“La situazione igienico-sanitaria nel quartiere Bozzano rimane grave con cumuli di sacchetti in varie parti non autorizzate al deferimento e al di fuori degli appositi contenitori che, insieme alla raccolta effettuata a volte con ritardo durante la giornata, lasciano le strade nel degrado più totale. Inoltre, la presenza sempre più massiccia di insetti, zanzare, formiche, blatte, dimostra quanto la situazione sia grave e al limite della sopportazione e che bisogna agire subito prima che si arrivi a toccare livelli irreparabili”, dicono dal comitato.

Il comitato istituito ad hoc continua a crescere grazie all’adesione di altri brindisini anche appartenenti agli altri quartieri, dove anche loro si stanno adoperando per organizzare incontri e far nascere altri comitati spontanei per cercare di eliminare il problema dei sacchetti di spazzatura sparsi per strada. Il “Comitato Bozzano pulita, nell’incontro di oggi pomeriggio alle ore 18, proporrà l’istituzione di isole ecologiche sorvegliate e la raccolta punti-spazzatura differenziata, che permetta sgravi fiscali.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento