Rifiuti, commissario all’Aro Br/1

BARI – Commissariato dalla Regione Puglia, assieme ad altri undici, l’Ambito di raccolta ottimale (Aro) Br/1, cui fanno capo nove Comuni.

Lorenzo Nicastro

BARI - Commissariato dalla Regione Puglia, assieme ad altri undici, l'Ambito di raccolta ottimale (Aro) Br/1, cui fanno capo nove Comuni: Ceglie Messapica, Villa Castelli, Francavilla Fontana, San Michele Salentino, Latiano, Oria, Erchie, Torre Santa Susanna, San Pancrazio Salentino. "In materia di governance per la gestione dei rifiuti la giunta regionale ha approvato la nomina di commissari ad acta per gli Aro che non hanno ancora proceduto alla sottoscrizione della Convenzione per la formale costituzione del soggetto come previsto dalla L. R. 24/2012", fa sapere l'assessore regionale alla Qualità dell'Ambiente, Lorenzo Nicastro.

"Dei 39 Aro pugliesi perimetrati con delibera di giunta del 23 ottobre 2012, sono 26 quelli che hanno intrapreso il percorso costituendo il soggetto o comunque correttamente avviando l'iter. In ben dodici casi (1 Br, 5 Fg, 6 Fg, 2 Le, 3 Le, 5 Le, 6 Le, 7 Le, 9 Le, 11 Le, 3 Ta, 5 Ta) invece la fase di sottoscrizione della convenzione e di costituzione del soggetto giuridico che dovrà gestire i servizi di spazzamento, raccolta e trasporto dei rifiuti, si è incagliata", ha aggiunto Nicastro.

"La Regione, pertanto, al fine di individuare i Comuni inadempienti che non hanno provveduto ad approvare la convenzione o l'atto costitutivo dell'Unione e di verificare l'omogeneità dei testi eventualmente approvati si determina ad esercitare i poteri sostitutivi previsti dalla norma. I commissari ad acta, individuati in funzionari della Regione Puglia - prosegue Nicastro - dovranno convocare i sindaci o i loro delegati per prendere atto delle motivazioni che hanno impedito il corretto processo di costituzione dei soggetti. Sarà compito dei commissari giungere all'approvazione di un testo di convenzione, provvedere all'individuazione del comune capofila, organizzare l'Ufficio comune di Aro ed assumere gli atti di indirizzo necessari per la definizione del modello di gestione di raccolta, spazzamento e trasporto dei rifiuti solidi urbani da adottare nell'Aro".

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento