Rifiuti: Consales riaffida all'Aimeri

BRINDISI – La Monteco non beneficerà di una terza proroga. Il servizio di raccolta dei rifiuti è stato affidato alla società “Aimeri Ambiente Srl” per la durata di sei mesi (dall’uno agosto all’uno ottobre 2014), attraverso un’ordinanza “contingibile ed urgente” del sindaco di Brindisi, Mimmo Consales.

Mimmo Consales

BRINDISI - La Monteco non beneficerà di una terza proroga. Il servizio di raccolta dei rifiuti è stato affidato alla società "Aimeri Ambiente Srl" per la durata di sei mesi (dall'uno agosto all'uno ottobre 2014), attraverso un'ordinanza "contingibile ed urgente" del sindaco di Brindisi, Mimmo Consales, l'unica carta concessa dopo la sentenza del "Tar Puglia Sezione Lecce" che aveva bocciato la delibera di giunta comunale, la numero 327 del 14 ottobre 2013, con cui il servizio era stato affidato per un anno alla Aimeri.

Il motivo? L'iter seguito, quello della procedura negoziale, violava la legge regionale che vieta a un Comune di indire un bando di gara per il servizio di raccolta dei rifiuti, ricadendo tale compito, ormai, agli Ambiti di raccolta ottimali, gli Aro, oppure dagli Ato.

In settimana, Il Comune di Brindisi aveva già proceduto, con apposita determina dirigenziale, all'annullamento in via di autotutela della procedura di gara. Quest'oggi, come comunicato in mattinata attraverso una nota, è stato ordinato alla società "Aimeri Ambiente Srl" di provvedere, per la durata di sei mesi decorrenti dall'1 aprile 2014, alla gestione del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani ed annessi, nelle more dell'individuazione del nuovo aggiudicatario del servizio da parte dell'Aro Br/2, al prezzo di 1.196.770 euro al mese oltre Iva al 10% ed oneri di trattamento/smaltimento secondo le modalità tecniche-operative previste nel capitolato speciale d'appalto approvato dalla giunta Municipale il 14 ottobre 2013".

Altre due società (Teknoservice Srl ed Ecologia Pugliese Srl) avevano dato al propria disponibilità a subentrare alla Monteco, che dal 15 ottobre 2013 opera in regime di proroga. La scelta è ricaduta alla fine su Aimeri perché nei confronti di detta società era già stata effettuata la verifica dei requisiti nell'ambito della procedura di gara negoziale poi annullata dal Tar. Un copia dell'ordinanza sindacale verrà inviata al presidente del consiglio dei ministri, Matteo Renzi, al presidente della Regione Puglia, Niki Vendola, e al prefetto di Brindisi, Nicola Prete. Di seguito, i link per scaricare l'ordinanza sindacale e la sentenza del Tar.

Ordinanza nr. 9 del 13.03.2014 rifiuti

Sentenza Tar Lecce

 

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento