rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Ambiente

Rigassificatore: "Comune, Provincia e Regione spediscano al governo i rilievi al nuovo progetto"

BRINDISI - Gli enti locali, Comune e Provincia, e la Regione Puglia facciano pervenire nei termine le loro osservazioni e rilievi al progetto del rigassificatore di Capo Bianco modificato da Brindisi Lng secondo le prescrizioni della Commissione Via del Ministero dell'Ambiente. Lo chiede il fronte ambientalista locale.

BRINDISI - Gli enti locali, Comune e Provincia, e la Regione Puglia facciano pervenire nei termine le loro osservazioni e rilievi al progetto del rigassificatore di Capo Bianco modificato da Brindisi Lng secondo le prescrizioni della Commissione Via del Ministero dell'Ambiente. Lo chiede il fronte ambientalista locale.

"Ricordiamo che contestiamo radicalmente le conclusioni cui è pervenuta la Commissione ministeriale Via per il rigassificatore di Brindisi -scrivono le associazioni anti-rigassificatore in un comunicato - e che consideriamo le numerose prescrizioni da essa disposte solo come una conferma dell'assoluta incompatibilità ambientale dell'impianto progettato nel porto di Brindisi a ridosso del centro abitato".

La nota prosegue con la sollecitazioni ai governi del territorio: "Riteniamo che le Istituzioni e le forze politiche locali debbano, in coerenza con le scelte più volte ribadite anche in occasioni di campagne elettorali amministrative, contestare l'esito della citata Commissione Via sul piano sociale perché il progetto è in aperto contrasto con i progetti innovativi già avviati per il nostro territorio nonché, sul piano della giustizia amministrativa, per le palesi irregolarità riscontrate per l'iter autorizzativo che sono per altro oggetto di un processo penale attualmente in fase dibattimentale".

"Riteniamo inoltre che gli Enti locali debbano ribadire le loro posizioni formulando i loro rilievi anche in sede amministrativa con la presentazione nei termini prescritti mettendo in luce quanto siano inadeguate ed elusive le risposte della Brindisi Lng alle pur tanto benevoli prescrizioni della citata Commissione". Questo passaggio tende a rilevare come l'azienda controllata direttamente da British Gas non abbia appluicato alla lettera nella modifica della progettazione le numerose e consistenti prescrizioni degli esperti del ministero, che pubblicamente alcuni manager hanno giudicato penalizzanti e immotivate.

"Ci permettiamo pertanto di richiamare l'attenzione delle autorità in indirizzo, e per il loro tramite, i competenti uffici delle rispettive Amministrazioni sulle rappresentate esigenze", conclude il comunicato del fronte del no. "Per parte nostra, invitiamo tutte le espressioni della società civile a seguire con la massima attenzione la vicenda del rigassificatore durante il periodo estivo che per nostra amara esperienza è sempre quello prescelto dai poteri forti per infliggere colpi durissimi alla nostra comunità".

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rigassificatore: "Comune, Provincia e Regione spediscano al governo i rilievi al nuovo progetto"

BrindisiReport è in caricamento