rotate-mobile
Ambiente

Scarti di compost sparsi su sette ettari

MANDURIA – Trasformare la spazzatura in compost è una delle vie ecologiche per la chiusura del ciclo dei rifiuti soldi urbani. Ma anche il ciclo di lavorazione per l’affinamento del prodotto ha un suo impatto che – oltre agli odori molesti tipici di alcuni impianti di compostaggio – è costituito dagli scarti di produzione. In sintesi, a fine ciclo da un lato si ha il compost pronto per i vari usi (se è di qualità, concimi ed simili), dall’altro un materiale triturato composto da vetri, plastiche, legno ed altre componenti del rifiuto non utilizzabili, oltre ai fanghi di lavorazione. Tutto ciò va in discarica. Invece la Eden 94 di Manduria lo ha sparso su 70mila metri quadrati di campagna (sette ettari), sequestrati ieri dai carabinieri del Nucleo di tutela ecologica di Lecce e da quelli della compagnia di Manduria.

MANDURIA - Trasformare la spazzatura in compost è una delle vie ecologiche per la chiusura del ciclo dei rifiuti soldi urbani. Ma anche il ciclo di lavorazione per l'affinamento del prodotto ha un suo impatto che - oltre agli odori molesti tipici di alcuni impianti di compostaggio - è costituito dagli scarti di produzione. In sintesi, a fine ciclo da un lato si ha il compost pronto per i vari usi (se è di qualità, concimi ed simili), dall'altro un materiale triturato composto da vetri, plastiche, legno ed altre componenti del rifiuto non utilizzabili, oltre ai fanghi di lavorazione. Tutto ciò va in discarica. Invece la Eden 94 di Manduria lo ha sparso su 70mila metri quadrati di campagna (sette ettari), sequestrati ieri dai carabinieri del Nucleo di tutela ecologica di Lecce e da quelli della compagnia di Manduria.

La Eden 94 è un'azienda operativa da 17 anni, che partecipa alle fiere specializzate, con uffici commerciali anche ad Erchie presso Ecogest Srl, ed è lo sponsor del Manduria Calcio Uisp. Gli impianti si trovano sulla strada provinciale Manduria - S. Cosimo. I carabinieri, fa sapere il Noe di Lecce, è intervenuto anche sui segnalazione di cittadini indignati. Ai sopralluoghi è apparso evidente che per lungo tempo, evitando il conferimento in discarica, la Eden 94 ha risparmiato grosse cifre, ma nei campi invasi dagli scarti del compost i rifiuti triturati hanno raggiunto in alcuni punti l'altezza di mezzo metro.

Ci sono due persone denunciate alla procura di Taranto per gestione illecita di rifiuti speciali non pericolosi e discarica abusiva: si tratta del legale rappresentante di Eden 94 e dei proprietari dei terreni concessi come discarica illegale. I carabinieri hanno inoltre segnalato la situazione ad Asl, Comune di Manduria, Provincia di Taranto, Arpa per i provvedimenti di competenza. La formulazione dell'iniziativa del Nucleo di Tutela ecologica e dei carabinieri della compagnia locale è quella del sequestro preventivo d'urgenza, che dovrà essere convalidato dal giudice delle indagini preliminari su richiesta della procura jonica. Alla fine dell'iter, i responsabili dei reati per ora solo ipotizzati dovranno rimuovere e smaltire a proprie spese i sette ettari per 50 centimetri di spessore di scarti di composto, e sempre a proprie spese smaltirli in discariche autorizzate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scarti di compost sparsi su sette ettari

BrindisiReport è in caricamento