Sequestrata tonnellata di merluzzi sotto taglia

FASANO – Sequestrato dalla Guardia Costiera nel magazzino di un noto grossista di prodottici ittici di Fasano un grosso quantitativo di merluzzi sotto taglia. Le direttive comunitarie stabiliscono, con le tabelle del regolamento Ce 1967/2006 una lunghezza minima degli esemplari pescabili di 20 centimetri.

I merluzzi sequestrati

FASANO - Sequestrato dalla Guardia Costiera nel magazzino di un noto grossista di prodottici ittici di Fasano un grosso quantitativo di merluzzi sotto taglia. Le direttive comunitarie stabiliscono, con le tabelle del regolamento Ce 1967/2006 una lunghezza minima degli esemplari pescabili di 20 centimetri. Lo stock di naselli (l'altro nome con cui è conosciuto il Merluccius merluccius) era costituito da esemplari nettamente inferiori a questo limite. La stessa Guardia Costiera ha precisato che il prodotto sequestrato ammonta a 1040 chilogrammi, oltre una tonnellata.

Un danno grave per l'ambiente marino e il ciclo riproduttivo della specie, che è una tra quelle maggiormente soggette a prelievo nelle acque europee ed italiane. Il legale rappresentante della società proprietaria del centro di distribuzione è stato pertanto denunciato alla procura della Repubblica di Brindisi, mentre il pm di turno Valeria Farina Valaori ha disposto che il pescato in questione venga assegnato alle mense di associazioni ed enti di beneficienza.

Il comandante della Capitaneria di Porto di Brindisi, Mario Valente, ha commentato l'operazione condotta dal personale della Delegazione di spiaggia di Savelletri (il maggiore centro peschereccio del Brindisino) rivolgendosi ai consumatori, invitandoli "a prestare la massima attenzione in caso di acquisto di prodotti ittici esigendo il rispetto delle procedure di garanzia e salubrità alimentare. Le attività di controllo alla filiera della pesca - ha aggiunto il capitano di vascello Valente - saranno ancora sostenute ed implementate in linea con le direttive dell'Unione europea e del Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali al fine di offrire la migliore garanzia al consumatore e verificare la regolare commercializzazione dei prodotti ittici".

 

 

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento