Ambiente

Si riaccende la torcia del Petrolchimico. Attesa per gli esiti dell'indagine

Si riaccende la torcia del Petrolchimico. Attesa per gli esiti dell'indagine

L'azione di una torcia di emergenza del Petrolchimico di Brindisi

BRINDISI - Si è riaccesa poco prima delle 19 di oggi la torcia di emergenza del Petrolchimico collegata all'impianto di cracking che produce l'etilene. L'evento è durato alcuni minuti, e certamente è stato segnalato da Polimeri Europa al sistema della protezione civile che fa capo alla Prefettura di Brindisi. Resta da vedere se è dovuto ad uno dei numerosi black-out che hanno provocato la fermata di emergenza dell'impianto, con con seguente scarico dei gas e materie prime nelle condotte che portano al bruciatore, o se si tratta di un malfunzionamento dello stesso cracker.

Ma la situazione è stata fotografata dettagliatamente nei mesi scorsi dal consulente tecnico che la procura di Brindisi aveva incaricato di far luce sui problemi che provocano il frequente ricorso alle torce di emergenza di Polimeri Europa, e soprattutto sulla situazione dell'impianto di cracking. L'indagine, che per gli aspetti di polizia giudiziaria è stata condotta dalla Digos della questura, ha preso in considerazione anche le ricadute di inquinanti misurati dall'Arpa in concomitanza con le accensioni delle torce, e soprattutto dei Ipa (gli idrocarburi policlici aromatici) classificati come potenziali cancerogeni.

Le concentrazioni di Ipa rilevate dall'Arpa sono state anche confrontate con valori di fondo misurati in una situazione in assenza di inquinanti, in questo caso la campagna ostunese. La stessa Arpa in una relazione del 2008 mise in evidenza come le torce di emrgenza fossero prive non solo di sensori per stabilire l'entità dei flussi di sostanze inviate nei bruciatori, ma anche di strumenti per stabilire la natura della sostanze stesse. Tutto è stato inviato alla procura, mentre in difesa dell'azienda sono intervenuti qualche tempo fa i sindacati di categoria dei lavoratori chimici e l'Rsu di Polimeri Europa, affermando che nella fabbrica si impiegano tecnologie avanzate, ma nel contempo chiedendo all'azienda di risolvere i problemi in atto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si riaccende la torcia del Petrolchimico. Attesa per gli esiti dell'indagine

BrindisiReport è in caricamento