rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Ambiente

Tar, ok fotovoltaico in spiaggia

GALLIPOLI - Il Tar di Lecce scioglie il nodo, e dà via libera al fotovoltaico in spiaggia, rigorosamente al servizio e sulle coperture di impianti balneari intenzionati ad utilizzare le fonti rinnovabili, e quindi a curare ottimizzazione e risparmio energetico. La decisione in un contenzioso che opponeva la gestione di un noto stabilimento blaneare gallipolino da una parte, dall'altra il Comune di Gallipoli che aveva rifiutato l'autorizzazione e la Soprintendenza ai Beni paesaggistici. La sentenza è stata accolta con soddisfazione da Assobalneari Salento.

GALLIPOLI - Il Tar di Lecce scioglie il nodo, e dà via libera al fotovoltaico in spiaggia, rigorosamente al servizio e sulle coperture di impianti balneari intenzionati ad utilizzare le fonti rinnovabili, e quindi a curare ottimizzazione e risparmio energetico. La decisione in un contenzioso che opponeva la gestione di un noto stabilimento blaneare gallipolino da una parte, dall'altra il Comune di Gallipoli che aveva rifiutato l'autorizzazione e la Soprintendenza ai Beni paesaggistici. La sentenza è stata accolta con soddisfazione da Assobalneari Salento.

"Il Tribunale Amministrativo Regionale, accogliendo il ricorso proposto dalla Soc. Coop. arl Canneto 79, rappresentata e difesa dall'avv. Danilo Lorenzo, ha annullato il diniego espresso dal Comune di Gallipoli e dalla Soprintendenza di Lecce in merito alla domanda avanzata dai gestori del Lido Baia Verde di posizionare sul tetto della struttura balneare dei pannelli fotovoltaici finalizzati a creare energia solare necessaria all'approvvigionamento energetico del lido da loro gestito", fa sapere un comunicato.

"Quella del giusto contemperamento tra tutela ambientale e sviluppo sostenibile dell'imprenditoria balneare è da sempre un obiettivo di Assobalneari Salento - FederBalneari che da diverso tempo ha intrapreso, anche a seguito si opportune azioni legali, un percorso finalizzato a modernizzare il concetto di stabilimento balneare per renderlo sempre più moderno sia nei servizi, sia nelle strutture", commenta il presidente dell'Associazione Mauro Della Valle.

"La sensibilità giuridica dimostrata dai giudici amministrativi rende merito ad una imprescindibile esigenza di avviare politiche ambientali che favoriscano la crescita imprenditoriale e, quindi, economica del nostro settore". L'azione legale è dunque sfociata in un importante precedente, che consente agli imprenditori balneari "di dotarsi di impianti fotovoltaici di piccole dimensioni sui tetti delle proprie strutture, con il duplice obiettivo di abbattere i costi di energia elettrica e tutelare l'ambiente".

"Da quest'anno - prosegue Della Valle, - sarà quindi possibile, per chi lo ritenga utile e funzionale al proprio stabilimento balneare, attrezzare le coperture già in essere con più moderni rivestimenti ad effetto fotovoltaico. L'adozione di questa misura consente un valido sostegno all'economia energetica alternativa della nostra regione. Ma, d'altro canto, il provvedimento non trascura l'impatto ambientale permettendo che esso sia contenuto nei limiti della sicurezza e salvaguardia del paesaggio".

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tar, ok fotovoltaico in spiaggia

BrindisiReport è in caricamento