rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Ambiente

Torce di emergenza, la Provincia autorizza Polimeri Europa ai lavori di adeguamento

BRINDISI - Autorizzazione provvisoria di dodici mesi per l'adeguamento e il funzionamento degli impianti di emergenza della Polimeri Europa dopo il sequestro cui furono sottoposte, il 26 ottobre scorso, le torce del Petrolchimico consortile di Brindisi da parte della procura della Repubblica e della Digos. Lo ha deciso la conferenza dei servizi convocata dal presidente della provincia Massimo Ferrarese su sollecitazione dei sindacati alla presenza del Comune, dei tecnici dell'azienda, Arpa e Asl. La data ultima entro la quale, secondo le prescrizioni imposte, la multinazionale della chimica dovrà provvedere all'adeguamento del termossidatore e di altri sistemi indicati nella conculenza tecnica disposta dal pm, è appunto quella di mtà luglio.

BRINDISI - Autorizzazione provvisoria di dodici mesi per l'adeguamento degli impianti di emergenza della Polimeri Europa dopo il sequestro cui furono sottoposte, il 26 ottobre scorso, le torce del Petrolchimico consortile di Brindisi da parte della procura della Repubblica e della Digos. Lo ha deciso la conferenza dei servizi convocata dal presidente della provincia Massimo Ferrarese su sollecitazione dei sindacati alla presenza del Comune, dei tecnici dell'azienda, Arpa e Asl. La data ultima entro la quale, secondo le prescrizioni imposte, la multinazionale della chimica dovrà provvedere all'adeguamento del termossidatore e di altri sistemi indicati nella conculenza tecnica disposta dal pm, è appunto quella di mtà luglio.

Restano poco più di due mesi di tempo per i lavori di costruzione del sistema per abbattere gli inquinanti, e altri 10 almeno di attesa per l'ottenimento dell'Autorizzazione integrata ambientale da parte del ministero. Oggi ha provveduto la Provincia asopperire, utilizzando le deleghe ambientali trasgerite dalla Regione. Altrimenti sarà chiusura degli impianti con la conseguenza ampiamente prevedibile di un colpo duro alla chimica, che per oltre 60anni ha creato occasioni di lavoro per generazioni.

Un provvedimento importante per il futuro del settore in cui l'amministrazione provinciale si assume una grande responsabilità, confidando nella serietà dell'azienda, dando il via libera per i lavori. "Siamo consapevoli dell'importante onere assunto dall'ente - commenta il presidente Massimo Ferrarese - a latere dell'incontro, confidiamo tuttavia sulla serietà di Polimeri Europa nel mantenere gli impegni". A mettere una parola fine sulla vicenda sarà il ministero dell'Ambiente quando si pronuncerà per il rilascio dell'Aia.

Intanto in mattinata, nuovo sopralluogo del personale della Digos e del magistrato sugli impianti per controllare che l'iter avviato con il procedimento giudiziario prosegua regolarmente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torce di emergenza, la Provincia autorizza Polimeri Europa ai lavori di adeguamento

BrindisiReport è in caricamento