Unità di crisi per i cedimenti nel centro storico

MESAGNE – Le prime sintesi sul dissesto che ha colpito vari immobili nel centro storico di Mesagne, obbligando il Comune allo sgombero prudenziale di una trentina di abitanti dalle loro case, dopo i sopralluoghi dei Vigili del Fuoco e dell’Ufficio tecnico, saranno effettuate lunedì mattina.

L'area del centro storico di Mesagne

MESAGNE - Le prime sintesi sul dissesto che ha colpito vari immobili nel centro storico di Mesagne, obbligando il Comune allo sgombero prudenziale di una trentina di abitanti dalle loro case, dopo i sopralluoghi dei Vigili del Fuoco e dell'Ufficio tecnico, saranno effettuate lunedì mattina, quando in municipio si terrà la riunione dell'Unità di crisi composta dai tecnici e dagli amministratori comunali, allargata all'ingegnere Sergio Rini, dirigente del Servizio Tecnico della provincia, all'ingegnere Agostino Caponoce, responsabile Edilizia Sismica e alla dottoressa Annamaria Attolini, responsabile della Protezione Civile provinciale.

Alla riunione parteciperà anche il geologo Marco Gianfreda, che per conto dell'amministrazione comunale ha effettuato i primi sondaggi nella giornata di venerdì con un georadar, e che dovrebbe riportare all'incontro l'esito di queste ispezioni nell'area considerata a rischio. Il georadar permette di individuare cavità nel sottosuolo o flussi di acqua, i due fattori sui quali si sono subito appuntati i sospetti in seguito ai cedimenti riscontrati delle pavimentazioni.

Intanto per tutta la giornata di sabato sono continuati senza sosta i controlli e le verifiche nel centro storico, seguite direttamente dal sindaco, dal vicesindaco e da vari assessori, assieme allo staff dell'Ufficio tecnico comunale. "Al momento l'urgenza è mettere in sicurezza gli abitanti della zona. Interesse prioritario al quale si è arrivati tempestivamente attraverso le ordinanze di sgombero che hanno l'obiettivo di salvaguardare innanzitutto i cittadini. Ordinanze di sgombero circoscritte e prudenziali nell'attesa di avere una diagnosi precisa di ciò che è accaduto e sta accadendo", fanno sapere dal Comune di Mesagne.

 

 

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento