Botti, al Perrino un ragazzo perde due dita

Un boato, un'esplosione che non era quella di un comune piccolo petardo, del genere che circola tra i ragazzini. Un attimo, e la mano di un undicenne del quartiere Perrino di Brindisi, un agglomerato di case parcheggio e di alloggi di famiglie operaie, resta dilaniata. Sul piazzale, come monito, resta un dito maciullato. I carabinieri stanno indagando, perchè la versione del botto trovato per caso in strada non convince, e intanto gli artificieri dell'Arma vanno nelle scuole a spiegare perchè è meglio lasciar stare gli artifizi pirotecnici.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento