Enel, novità su abbonamenti e soci

BRINDISI - Domattina alle 11 il vicepresidente Nando Marino ed il consigliere dell’Enel Basket Brindisi, Sergio Ciullo, presenteranno la campagna abbonamenti per il campionato di serie A 2012-2013. Sui social network e in città è già scattato da giorni il tam tam che si ripete da anni, e la domanda dei tifosi è sempre la stessa: ci saranno aumenti? La risposta la possiamo già anticipare: sì, ci saranno aumenti, ma saranno contenuti tra il 5% ed il 15% a seconda dei settori. Se è poco o molto, dipende da quale angolatura si guarda la questione.

Nando Marino

BRINDISI - Domattina alle 11 il vicepresidente Nando Marino ed il consigliere dell’Enel Basket Brindisi, Sergio Ciullo, presenteranno la campagna abbonamenti per il campionato di serie A 2012-2013. Sui social network e in città è già scattato da giorni il tam tam che si ripete da anni, e la domanda dei tifosi è sempre la stessa: ci saranno aumenti? La risposta la possiamo già anticipare: sì, ci saranno aumenti, ma saranno contenuti tra il 5% ed il 15% a seconda dei settori. Se è poco o molto, dipende da quale angolatura si guarda la questione.

Intanto bisogna tenere presente che si potrà assistere di nuovo ad un campionato di serie A, e quest’anno tutti si sono resi conto della differenza abissale tra la Legadue ed il massimo campionato.

Poi c’è un’altra novità importante: la società avrebbe deciso di eliminare le giornate pro-Brindisi, che se effettuate contro Siena e Milano avrebbero fruttato incassi record. I nuovi abbonamenti dunque dovrebbero prevedere l’ingresso a tutte le partite casalinghe: un modo per premiare quanti accettano di pagare già a luglio a scatola chiusa, senza conoscere il roster.

Gli aumenti più bassi sono previsti per gli abbonamenti in curva e tribuna. La società chiederà invece un sacrificio maggiore agli abbonati del parterre, dove peraltro saranno eliminati altri abbonamenti gratuiti.

Qualcuno potrà storcere il naso, ma ci sono dei costi da affrontare e delle mancate entrate a cui far fronte. Sembra infatti che l’aumento di capitale non sia stato ancora sottoscritto (e forse non lo sarà) da alcuni dei 12 soci. Fonti bene informate danno per quasi certa l’uscita di scena di Al Bano Carrisi, Trio e Grasso, mentre qualcun altro potrebbe ridimensionare la propria quota. Il nuovo assetto societario sarà più chiaro il prossimo 31 luglio, data in cui scadrà la possibilità di sottoscrivere l’aumento di capitale.

Sabato invece si saprà se Treviso è ufficialmente fuori dal campionato.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Attentato a Brindisi: bomba devasta l'ingresso di un bar in viale Commenda

  • Bollo auto e Documento unico di circolazione, le novità 2020

  • Muore schiacciato da un trattore: tragedia nelle campagne

  • Quanto costa una casa a Brindisi quartiere per quartiere

  • Lite in un locale: un uomo ferito al collo con un bicchiere rotto

  • Inseguimento si conclude con arresto, denunce e ritrovamento di auto rubata

Torna su
BrindisiReport è in caricamento