rotate-mobile
energia

Energia, Vendola convoca Mennitti e Ferrarese: a rischio il Consiglio comunale del 16

BRINDISI – Il presidente del Consiglio comunale Giampiero Pennetta lo aveva annunciato in settimana: “La maggioranza non ci sarà? Io l'appello per la seduta lo farò lo stesso”. E con 17 presenti in prima battuta, e 15 in seconda, non è stato raggiunto il numero legale per il Consiglio monotematico sulle convenzioni. Anzi, più precisamente, sulla “questione energetica”, ma è inevitabile che il tema principale sia proprio quello. Consiglio rinviato a quando? Se fino a ieri, sembrava esserci uniformità di giudizio sull'aggiornamento al 16 dicembre, la novità sta nella convocazione ricevuta dal sindaco di Brindisi Domenico Mennitti – assieme al presidente della Provincia Massimo Ferrarese – dal presidente della Regione Puglia Nichi Vendola per discutere proprio della questione energetica. L'incontro a Bari si terrà il 16 dicembre, il rischio è insomma la concomitanza temporale con il Consiglio comunale.

BRINDISI - Il presidente del Consiglio comunale Giampiero Pennetta lo aveva annunciato in settimana: "La maggioranza non ci sarà? Io l'appello per la seduta lo farò lo stesso". E con 17 presenti in prima battuta, e 15 in seconda, non è stato raggiunto il numero legale per il Consiglio monotematico sulle convenzioni. Anzi, più precisamente, sulla "questione energetica", ma è inevitabile che il tema principale sia proprio quello. Consiglio rinviato a quando? Se fino a ieri, sembrava esserci uniformità di giudizio sull'aggiornamento al 16 dicembre, la novità sta nella convocazione ricevuta dal sindaco di Brindisi Domenico Mennitti - assieme al presidente della Provincia Massimo Ferrarese - dal presidente della Regione Puglia Nichi Vendola per discutere proprio della questione energetica. L'incontro a Bari si terrà il 16 dicembre, il rischio è insomma la concomitanza temporale con il Consiglio comunale.

Ma l'ipotesi di slittamento non viene presa nemmeno in considerazione dal presidente del Consiglio Pennetta che nella conferenza dei capigruppo tenutasi nel pomeriggio ha detto: "Con o senza relazione del sindaco sulla questione energetica, la seduta ci sarà. Non posso certamente subire ulteriori rimproveri", alludendo in maniera provocatoria ad un altro retroscena svelato proprio nel pomeriggio e che ha mandato su tutte le furie il presidente.

Mennitti, infatti, avrebbe inviato a Pennetta una lettera in cui "si prende atto che, in contrasto con le decisioni assunte dal Consiglio comunale nella seduta del 30 novembre, la presidenza ha omesso di inserire all'Ordine del giorno" della seduta di oggi le modifiche al regolamento del Piano di zona 2010-2012 e la ratifica della variazione di bilancio per il servizio di integrazione scolastica per gli alunni portatori di handicap. Questioni, queste, che coinvolgono direttamente il presidente Pennetta, la cui famiglia detiene la titolarità delle cooperative che ottengono l'affidamento dei servizi. La seduta sul piano di zona si terrà comunque lunedì 13 dicembre.

Malgrado il Consiglio odierno non si sia tenuto, erano ugualmente presenti a Palazzo di Città i ragazzi di "No al carbone", delusi per la comunque prevista assenza del numero legale. "Il Consiglio non si decide, sono anni che stiamo aspettando di sapere come la pensano i nostri rappresentanti politici", ha detto Daniele Pomes che assieme ad una delegazione è stato ricevuto dalla conferenza dei capigruppo. I manifestanti, che all'esterno delle pareti del Comune, hanno affisso uno striscione con la scritta "Torno subito" con la sagoma del sindaco e quelle anonime dei consiglieri comunali, ne hanno anche approfittato per consegnare una proposta per la Convenzione tra Regione, Provincia, Comune ed Enel.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Energia, Vendola convoca Mennitti e Ferrarese: a rischio il Consiglio comunale del 16

BrindisiReport è in caricamento