rotate-mobile
energia

"Nessun ok a priori all'eolico, ma Via"

BARI – Nuove valutazioni per gli impianti eolici in Puglia. Dopo la sentenza del Tar di Bari della settimana scorsa, per il possibile sblocco di alcune pale eoliche in territorio regionale, l’assessore al’Ambiente, Lorenzo Nicastro, ha annunciato, invece, una nuova misura cautelativa e di trasparenza per alcuni impianti.

BARI - Nuove valutazioni per gli impianti eolici in Puglia. Dopo la sentenza del Tar di Bari della settimana scorsa, per il possibile sblocco di alcune pale eoliche in territorio regionale, l'assessore all'Ambiente, Lorenzo Nicastro, ha annunciato, invece, una nuova misura cautelativa e di trasparenza per alcuni impianti.

Infatti, la Regione Puglia, ottemperando quanto disposto dai tribunali amministrativi, riavvia l'iter di Valutazione dell'impatto ambientale di alcuni impianti eolici a Stornarella e il comune di Serracapriola, entrambi in provincia di Foggia, la provincia più alta della Puglia,che è anche il territorio con un numero maggiori di impianti eolici rispetto alle altre province pugliesi.

"In questi giorni si è parlato di un vuoto normativo nel settore dell'energia - risponde l'assessore Nicastro attraverso un comunicato stampa - o di una possibile invasione di torri eoliche a seguito di alcune sentenze del Tar di Bari, ma si tratta di sentenze di annullamento di precedenti pareri ambientali favorevoli relativi ad impianti eolici per i quali erano state previste le restrizioni del parametro di controllo, ai sensi dell'allora vigente regolamento regionale 16/06".

Il Tar di Bari, con la sentenza della settimana scorsa, nell'annullare le precedenti determinazioni, tira fuori solo quelle torri eoliche soggette alle restrizioni del parametro di controllo - che risponde all'esigenza di regolare il numero di interventi in determinate aree territoriali, comunali o intercomunali ed è il rapporto tra somma delle lunghezze dei diametri di tutti gli aerogeneratori ed il lato del quadrato di area uguale alla superficie comunale come da dato Istat.

Per questa ragione, gli uffici regionali competenti stanno provvedendo ad informare le società interessate del riavvio dei procedimenti di valutazione ambientale, che saranno condotte alla luce della vigente normativa. "Nessun semaforo verde a priori - fa ancora sapere Nicastro - dunque, per gli aerogeneratori sospesi per effetto del parametro di controllo , indice dell'affollamento di torri in un determinato territorio. Intendiamo procedere - conclude l'assessore all'Ambiente - con trasparenza e chiarezza".

Lo sviluppo delle fonti rinnovabili resta un punto fermo ed importante per la Regione Puglia ma non può prescindere esclusivamente dall'evoluzioni normative più recenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Nessun ok a priori all'eolico, ma Via"

BrindisiReport è in caricamento