rotate-mobile
Speciale

Hashish nel calzino e in casa altro mezzo chilo di fumo: manette a dipendente Monteco

BRINDISI – Qualche dose di hashish nascosta nel calzino e un panetto della stessa droga nascosto in una credenza della cucina per un totale complessivo di mezzo chilo di “fumo”. Scattano le manette per un dipendente della Monteco. Si tratta del 40enne Armando Bono, incensurato, finito nel carcere di via Appia - su disposizione del pm di turno Adele Ferraro - per il reato di detenzione illegale ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Ad ammanettarlo gli agenti della squadra mobile guidati dal vice questore Francesco Barnaba. I poliziotti, ieri sera, nel corso di appositi servizi di controllo delle principali arterie di collegamento con il centro cittadino, sono stati insospettiti dall’atteggiamento assunto da alcuni giovani che, a bordo di alcune autovetture, cercavano di eludere le ispezioni.

BRINDISI - Qualche dose di hashish nascosta nel calzino e un panetto della stessa droga nascosto in una credenza della cucina per un totale complessivo di mezzo chilo di "fumo". Scattano le manette per un dipendente della Monteco. Si tratta del 40enne Armando Bono, incensurato, finito nel carcere di via Appia - su disposizione del pm di turno Adele Ferraro - per il reato di detenzione illegale ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Ad ammanettarlo gli agenti della squadra mobile guidati dal vice questore Francesco Barnaba. I poliziotti, ieri sera, nel corso di appositi servizi di controllo delle principali arterie di collegamento con il centro cittadino, sono stati insospettiti dall'atteggiamento assunto da alcuni giovani che, a bordo di alcune autovetture, cercavano di eludere le ispezioni.

Gli agenti, procedevano così al controllo di una Lancia Y che viaggiava ad alta velocità in direzione della circonvallazione Lecce-Brindisi seguita a poca distanza da altra autovettura occupata da più soggetti che proseguiva la marcia aumentando l'andatura. I primi sospetti venivano ulteriormente avvalorati dall'atteggiamento particolarmente agitato assunto dal conducente del mezzo Armando Bono; da qui la perquisizione personale al termine della quale, all'interno di un calzino venivano trovati pochi grammi di hashish. A questo punto la perquisizione veniva estesa anche all'abitazione dell'uomo nonostante questi asserisse di non essere in possesso delle chiavi di casa.

Gli agenti a questo punto hanno rintracciato la moglie dell'uomo che arriva nei pressi dell'abitazione. A generare ulteriori sospetti nei poliziotti la richiesta di Bono di aprire ed entrare per primo in casa. Possibilità non concessa, seguita poi all'irruzione nell'appartamento in seguito al quale è spuntata fuori altra droga.

Il personale della mobile l'hanno trovata in una busta di cellophane custodita in una credenza della cucina: un panetto di hashish ed altri pezzi dello stesso stupefacente per un peso complessivo di grammi 500 circa. Insieme alla droga anche hanno proceduto al sequestro di un bilancino elettronico e di altro materiale atto al confezionamento delle dosi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hashish nel calzino e in casa altro mezzo chilo di fumo: manette a dipendente Monteco

BrindisiReport è in caricamento