Il "Simone” partecipa al concorso sull'Arma

BRINDISI - Gli studenti del liceo Artistico “Simone” di Brindisi parteciperanno al concorso di pittura “L’Arma dei Carabinieri: 200 anni di storia. I valori senza tempo da preservare... ieri, oggi... sempre”.

I carabinieri incontrano gli studenti

 

BRINDISI - Gli studenti del liceo Artistico "Simone" di Brindisi parteciperanno al concorso di pittura "L'Arma dei Carabinieri: 200 anni di storia. I valori senza tempo da preservare... ieri, oggi... sempre", indetto dal ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca e dal ministero per i Beni e le attività culturali e del Turismo e dal Comando Generale dell'Arma dei Carabinieri, nell'ambito delle celebrazioni per il Bicentenario della Benemerita.

Il concorso avrà due obiettivi specifici: stimolare i talenti artistici e indurre i giovani a riflettere sui valori incarnati dall'Arma che alimentano il senso di cittadinanza attiva e di responsabilità civica. Immediata fibrillazione tra i ragazzi che, con la guida degli insegnanti, hanno, da subito, costituito gruppi di lavoro per meglio soddisfare le richieste.

"I nostri ragazzi hanno colto al volo l'opportunità di iscriversi. In qualità di Dirigente scolastica - dichiara la preside Carmen Taurino - non posso che essere favorevole all'adesione a tale Concorso. Gli studenti, con l'aiuto dei docenti delle discipline artistiche, saranno liberi di trovare le modalità espressive più varie per rappresentare e celebrare la virtus dell'Arma in duecento anni di storia. Essi potranno partecipare a una delle cinque sezioni in gara realizzando opere pittoriche, plastiche, grafiche, multimediali o di design secondo la propria interpretazione del tema". Gli elaborati artistici, dopo una prima selezione regionale, saranno esaminati da una commissione nazionale composta da rappresentanti delle istituzioni organizzatrici che avranno il compito di individuare le prime tre opere vincitrici in ciascuna delle cinque categorie di realizzazioni artistiche ammesse. "Ovviamente ci auguriamo che i nostri allievi possano qualificarsi tra i vincitori, ma riteniamo un grande stimolo formativo ed una sfida educativa già la stessa partecipazione al concorso, che li aiuta a mettersi in gioco, a dare prova delle proprie competenze e a saggiare i propri talenti in una competizione dalla portata nazionale", conclude la preside.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Covid, coniugi muoiono a poche ore di distanza dopo 50 anni insieme

  • Palestra aperta in barba alle norme anti-Covid: scatta la sanzione

  • Minaccia di lanciarsi nel vuoto: ragazza salvata dalla polizia

  • Bloccate e ritirate dagli ospedali pugliesi le mascherine non conformi

  • Tenta suicidio gettandosi in mare, 40enne salvato dai carabinieri

  • Irrompe nel reparto Covid dove è ricoverato il padre e poi esce senza precauzioni

Torna su
BrindisiReport è in caricamento