rotate-mobile
Speciale Ostuni

L’Assi gioca col fuoco: dal più 20 al meno 5. Mercoledì gara decisiva

TREVIGLIO - Come stravincere e come riuscire a perdere. Manuale di una partita imperfetta, dalla doppia faccia: in gara quattro della semifinale Playoff, l’Ostuni strapazza nei primi due quarti il Treviglio, toccando un massimo vantaggio di 20 punti. Poi si smarrisce, favorendo la rimonta che ha dell’incredibile dei bergamaschi, tornati definitivamente in partita nell’ultimo quarto e chiudendo con un sorprendente 79-74 al suono della sirena. Eppure i gialloblu, sotto i riflettori di Sport Italia, avevano iniziato alla grande, liquidando 13-24 il primo quarto e arrivando all’intervallo lungo con un vantaggio di 12 punti (33-45). Poi la lenta ma costante rimonta del Treviglio, che grazie ai canestri di De Min (20), Reati (19) e Marino (13) si è rifatto sotto, raggiungendo dapprima il 65 pari per poi mettere la freccia.

TREVIGLIO - Come stravincere e come riuscire a perdere. Manuale di una partita imperfetta, dalla doppia faccia: in gara quattro della semifinale Playoff, l?Ostuni strapazza nei primi due quarti il Treviglio, toccando un massimo vantaggio di 20 punti. Poi si smarrisce, favorendo la rimonta che ha dell?incredibile dei bergamaschi, tornati definitivamente in partita nell?ultimo quarto e chiudendo con un sorprendente 79-74 al suono della sirena. Eppure i gialloblu, sotto i riflettori di Sport Italia, avevano iniziato alla grande, liquidando 13-24 il primo quarto e arrivando all?intervallo lungo con un vantaggio di 12 punti (33-45). Poi la lenta ma costante rimonta del Treviglio, che grazie ai canestri di De Min (20), Reati (19) e Marino (13) si è rifatto sotto, raggiungendo dapprima il 65 pari per poi mettere la freccia.

Migliori realizzatori per l?Ostuni, Circosta e Basei. E questa la dice lunga, nonostante la doppia cifra, sulla giornata non proprio felice dei fratelli Mario (12) e Silvio (11) Gigena. Ostuni esce dunque nuovamente sconfitta dal palazzetto dello sport di Treviglio: una trasferta che, al termine delle quattro gare,  ristabilisce la parità. Mercoledì prossimo (ore 20.30) ci vorrà una prova straordinaria di capitan Morena & compagni, per conquistare il diritto a giocarsi una finale storica e che al termine di una stagione (comunque vada a finire) esaltante potrebbe valere l?agognata promozione in Lega Due.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’Assi gioca col fuoco: dal più 20 al meno 5. Mercoledì gara decisiva

BrindisiReport è in caricamento