La discarica sotto il ponte

Sotto il ponte situato sulla complanare, che collega il quartiere S. Elia al quartiere La Rosa, sulla carreggiata che costeggia Canale Patri, si è sviluppata da tempo una discarica abusiva nella quale sono state abbandonate tonnellate di rifiuti di ogni tipo. Mobili, plastica, materiale edilizio di scarto, materiale elettrico, materiale ferroso, bottiglie, legname.

La discarica sotto il ponte del Canale Patri

Sotto il ponte situato sulla complanare, che collega il quartiere S. Elia al quartiere La Rosa, sulla carreggiata che costeggia Canale Patri, si è sviluppata da tempo una discarica abusiva nella quale sono state abbandonate tonnellate di rifiuti di ogni tipo. Mobili, plastica, materiale edilizio di scarto, materiale elettrico, materiale ferroso, bottiglie, legname. Ma tutta la zona circostante è interessata da tempo di una intensa attività di abbandono rifiuti.

Una situazione di elevato degrado, che può rappresentare la causa di inquinamento ambientale anche perché vi sono tracce di combustione. Ma è una fonte di pericolo per i bambini della zona, che si avventurano in quei luoghi. I cittadini hanno segnalato in più circostante questo malcostume all'amministrazione comunale ed ai vigili urbani, che non sono evidentemente riusciti ad attivare un'efficace opera di contrasto, considerato che l'attività continua indisturbata.

Per questo, oltre a ripulire dai rifiuti tutta la zona interessata, a cominciare da quelli depositati su terreno di proprietà comunale, per stroncare definitivamente il fenomeno, sarebbe necessario attivare un più efficace servizio controllo del territorio, installando una telecamera, che potrebbe aggiungersi a quelle che si stanno installando attualmente nel quartiere. (Vincenzo Albano)

 

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Covid, coniugi muoiono a poche ore di distanza dopo 50 anni insieme

  • Palestra aperta in barba alle norme anti-Covid: scatta la sanzione

  • Minaccia di lanciarsi nel vuoto: ragazza salvata dalla polizia

  • Bloccate e ritirate dagli ospedali pugliesi le mascherine non conformi

  • Tenta suicidio gettandosi in mare, 40enne salvato dai carabinieri

  • Irrompe nel reparto Covid dove è ricoverato il padre e poi esce senza precauzioni

Torna su
BrindisiReport è in caricamento