La prima scuola internazionale di Brindisi dove i bambini studiano tre lingue

Inizia il nostro viaggio tra gli istituti scolastici brindisini che ci permetterà di incontrare studenti, dirigenti, docenti per avviare un percorso di esplorazione e conoscenza stimolando confronti costruttivi. La prima dirigente scolastica intervistata è a capo dell' Istituto Comprensivo Centro, l'effervescente e coinvolgente Angela Citiolo.

Angela Citiolo

Inizia il nostro viaggio tra gli istituti scolastici brindisini che ci permetterà di incontrare studenti, dirigenti, docenti per avviare un percorso di esplorazione e conoscenza stimolando confronti costruttivi. La prima dirigente scolastica intervistata è a capo dell' Istituto Comprensivo Centro, l'effervescente e coinvolgente Angela Citiolo.

Spirito giovane e creativo, entusiasta per natura, affronta, a partire dall'anno scolastico in corso, una sfida importante. Presso il comprensivo, che comprende San Lorenzo e Salvemini è stato avviato il primo corso di studi ad indirizzo europeo.

" Tale iniziativa nasce dal bisogno rilevato e manifestato per la prima volta dall'ex Usg Dfs delle Nazioni Unite (Un) Mrs. Susana Malcorra nel novembre 2011. Le autorità locali hanno dato immediato riscontro positivo divenendone soggetti promotori" precisa la dirigente.

Lo stesso sindaco di Brindisi, Mimmo Consales, già qualche giorno fa, in occasione della inaugurazione dell'anno scolastico, aveva specificato che l'istituzione di una scuola europea, la terza in tutta Italia, dopo Varese e Parma, rappresenta un'opportunità di sviluppo internazionale della città, anche in termini di ampliamento della presenza delle Nazioni Unite attraverso il trasferimento di nuove agenzie .

Selezionato dal Miur, l'Istituto Comprensivo "Centro" ospita il corso di studi ad indirizzo europeo, autorizzato sulla scorta del Decreto Ministeriale n. 143 firmato dal Ministro dell'Istruzione in data 1 marzo 2013. " Il nostro progetto, per il primo anno di attuazione, è partito con l'istituzione di una sezione di scuola dell'infanzia, eterogenea per età e nazionalità; due classi italofone di scuola primaria; una classe anglofona di scuola primaria. La risposta da parte di genitori e bambini è stata entusiasmante" , continua la Citiolo.

" Le discipline principali sono insegnate in italiano nelle sezioni italiane e in inglese in quelle inglesi. Nelle classi di scuola primaria i bambini studieranno tre lingue. Il curriculum è armonizzato con quello europeo ed è parificato, il che consente il trasferimento agevole presso altre scuole. Una certificazione viene inoltre rilasciata a fine anno scolastico attestante le competenze acquisite, incluse quelle linguistiche" .

Progetto veramente ambizioso e indubbiamente vincente quello esposto da Angela Citiolo, determinata a focalizzare standard italiani ed europei per utilizzare al meglio i diversi modelli utilizzando insegnanti madrelingua, per meglio caratterizzare la preparazione dei piccoli alunni.

Proiettata in Europa, la direttrice del primo circolo ha un sogno che condivide con noi: " Lavorare, un giorno, in Inghilterra per arricchire competenza, conoscenza e professionalità, trasmettendo tutto ciò che nel sistema scolastico italiano è insuperabile ed esemplare". Good luck!

 

 

 

In Evidenza

I più letti della settimana

  • In classe per un solo alunno. La maestra: “Se l’avessi lasciato l’avrei perso”

  • "In Puglia incremento di contagi tra giovani in età scolare": Emiliano autorizza la Did

  • Covid, in Puglia terminati posti Ecmo: paziente di 39 anni trasferita dal Perrino

  • Picchia e morde la compagna incinta davanti ai figli minori: arrestato

  • A piedi sulla superstrada, comandante della Polizia locale attiva i soccorsi ed evita il peggio

  • Covid, coniugi muoiono a poche ore di distanza dopo 50 anni insieme

Torna su
BrindisiReport è in caricamento