rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Speciale

L'Enel batte anche Montegranaro

BRINDISI - L'Enel Basket domina Montegranaro (97-78) e fa un altro passo avanti in classifica, raggiungendo una posizione che dà tranquillità e autorizza a sognare qualcosa in più della sola promozione. Anche contro la Sutor gli uomini di Bucchi hanno dato prova di solidità: sempre avanti fin dal primo minuto di gioco, e solo per qualche minuto apparsi vulnerabili, all'inizio del terzo tempo. Per il resto, la vittoria non è mai stata messa in discussione. L'Enel chiude con cinque uomini in doppia cifra ed una buona prova di squadra, con un Jonathan Gibson tornato a far vedere cose da Gibson, capitano Ndoja autore di un'ottima prova e Viggiano che continua a crescere.

BRINDISI - L'Enel Basket domina Montegranaro (97-78) e fa un altro passo avanti in classifica, raggiungendo una posizione che dà tranquillità e autorizza a sognare qualcosa in più della sola promozione. Anche contro la Sutor gli uomini di Bucchi hanno dato prova di solidità: sempre avanti fin dal primo minuto di gioco, e solo per qualche minuto apparsi vulnerabili, all'inizio del terzo tempo. Per il resto, la vittoria non è mai stata messa in discussione. L'Enel chiude con cinque uomini in doppia cifra ed una buona prova di squadra, con un Jonathan Gibson tornato a far vedere cose da Gibson, capitano Ndoja autore di un'ottima prova e Viggiano che continua a crescere.

La partenza dell'Enel è fulminante: difesa attenta e massima precisione al tiro portano Brindisi subito avanti 12-2 al 3. A metà tempino gli ospiti si svegliano e infliggono ai padroni di casa un parziale di 0-7. Il pareggio arriva al settimo, con un super Burns, e dopo un minuto c'è anche il sorpasso. Per fortuna si rivede subito il Gibson delle serate migliori, che mette dentro 13 punti in 10 minuti e permette all'Enel di chiudere 26-24.

Nel secondo quarto arrivano punti importanti da Zerini, Ndoja e Fultz. Con i punti di Viggiano e Robinson l'Enel tocca il +14. Questa volta non ci sono cedimenti e Brindisi va negli spogliatoi sul 49-37, con un buon Viggiano (9 punti, 1 stoppata e 1 assist).

All'inizio del terzo tempo l'Enel, come troppo spesso accade, si spegne per qualche minuto e fatica a trovare il canestro, anche perché prova ad arrivarci solo con soluzioni personali, specie con Gibson, che nel frattempo ha perso la precisione d'inizio partita. Gli ospiti recuperano fino al -7, poi l'incitamento del pubblico e i richiami di Bucchi danno la sveglia. Il cambiamento si avverte soprattutto in difesa. E infatti è da due palle recuperate di Ndoja e Grant che arriva il nuovo +12.

Nell'ultima frazione Brindisi è un muro, Gibson ritrova la mano migliore e a cinque minuti dalla fine è di nuovo +14 (83-69). Il pubblico già festeggia e regala la standing ovation al folletto americano. Montegranaro rinuncia al pressing, ormai non ci crede più, e l'Enel allunga fino al +19. Finisce 97-78. E domenica si va ad Avellino, con i campani in crisi nera.

TABELLINI E PAGELLE DELL'ENEL BASKET BRINDISI.

Viggiano 11 (7), Robinson 16 (7), Reynolds 12 (6,5), Formenti 0 (sv), Fultz 4 (6), Ndoja 10 (7,5), Simmons 4 (5,5), Zerini 3 (7), Gibson 31 (8), Grant 6 (6), Pacella n.e., Porfido n.e.

Coach Piero Bucchi: 7.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Enel batte anche Montegranaro

BrindisiReport è in caricamento