Marino contro le gabbie per i tifosi

BRINDISI - Il presidente dell'Enel Basket brindisi Nando Marino solleva il caso dei tifosi ingabbiati, una consuetudine tutta calcistica che purtroppo sta prendendo piede anche nel basket, per evitare scontri tra tifoserie. Ieri i pochi brindisini che sono andati fino a Venezia per sostenere la loro squadra, sono stati relegati dietro un box chiuso dal plexiglass, come era già accaduto a Varese. Oggi, dopo aver assistito a quello spettacolo avvilente, Marino ha deciso di scrivere alla Legabasket.

Nando Marino

BRINDISI - Il presidente dell'Enel Basket brindisi Nando Marino solleva il caso dei tifosi ingabbiati, una consuetudine tutta calcistica che purtroppo sta prendendo piede anche nel basket, per evitare scontri tra tifoserie. Ieri i pochi brindisini che sono andati fino a Venezia per sostenere la loro squadra, sono stati relegati dietro un box chiuso dal plexiglass, come era già accaduto a Varese. Oggi, dopo aver assistito a quello spettacolo avvilente, Marino ha deciso di scrivere alla Legabasket.

«Anche ieri, nella trasferta di Venezia, i tifosi dell'Enel Basket Brindisi sono stati relegati in uno spicchio del palasport, racchiusi tra pannelli di plexiglass. Doverose scuse a tante persone che hanno affrontato chilometri e chilometri, anche sotto la neve, per esserci vicino! Non è da rivolgere un addebito per questo alla società Umana Reyer Venezia, tutt'altro; per primo, proprio il presidente veneziano Luigi Brugnaro si è rammaricato di tale situazione ma "imposta" alla sua società per la gestione del palasport. Quindi, è oramai necessario sollevare il caso: ciò che è collegato al "sistema-basket" non riesce ad affrontare il problema (in un'accezione più ampia del termine, s'intende) dei tifosi al seguito delle squadre ospiti. Peccato, davvero, perché nei palazzetti dello sport si avverte (per fortuna) un "clima" molto diverso dai campi di calcio!». Nando Marino auspica «che possano nascere iniziative tali da ricreare nei palasport italiani condizioni degne e decorose per chiunque. Sarà indispensabile l'impegno di tutte le società che, seguendo doverosamente la linea delle autorità competenti per la sicurezza e l'ordine, dovranno adoperarsi per ricreare la tranquillità e la serenità attorno ai campi da gioco! L'Enel Basket Brindisi offrirà la massima collaborazione in tal senso, anche quale atto dovuto verso i suoi tifosi affinché il loro entusiasmo, la loro gioia, il loro piacere di seguire il basket non venga meno».

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Dopo pesca, si ribalta sulla diga: spavento per un giovane brindisino

  • Bloccate e ritirate dagli ospedali pugliesi le mascherine non conformi

  • Amore non corrisposto: donna irrompe in banca con un coltello

  • Minaccia di lanciarsi nel vuoto: ragazza salvata dalla polizia

  • Irrompe nel reparto Covid dove è ricoverato il padre e poi esce senza precauzioni

  • Auto rubate tornano in circolazione come cloni: due arresti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento