rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Speciale Ostuni

Museo, l’impegno della Soprintendenza: “Riapertura entro luglio”

OSTUNI – Tempo di esami, anche per il Museo delle civiltà preclassiche della Città bianca, al centro stamane di un sopralluogo tecnico, finalizzato a testare il livello di sicurezza dell’intera struttura, ristrutturata e riqualificata ma in attesa a tutt’oggi di essere ufficialmente riconsegnata alla città.

OSTUNI ? Tempo di esami, anche per il Museo delle civiltà preclassiche della Città bianca, al centro stamane di un sopralluogo tecnico, finalizzato a testare il livello di sicurezza dell?intera struttura, ristrutturata e riqualificata ma in attesa a tutt?oggi di essere ufficialmente riconsegnata alla città.

Dopo le frizioni dei giorni scorsi e le ripetute lagnanze e missive partite da Palazzo San Francesco, oggi l?atteso faccia a faccia. Il nulla osta sembra ormai imminente. Tanto sarebbe emerso a margine del vertice odierno. Stamane, presso la struttura delle ?Monacelle?, nel centro storico della ?Città bianca?, si sono dati appuntamento, gli  amministratori comunali, i dirigenti del Museo della Murgia meridionale e i funzionari della Soprintendenza archeologica di Taranto, coordinati dalla dottoressa Angela Cinquepalmi. Obiettivo del sopralluogo era quello di definire gli ultimi dettagli prima del via libera.

?Da parte nostra faremo tutto il possibile per favorire la riapertura e l?allestimento della mostra entro il prossimo mese di luglio?, ha spiegato al termine del confronto, la dottoressa Cinquepalmi. Impegno accolto con ottimismo dal sindaco di Ostuni, Domenico Tanzarella: ?All?appello mancherebbe la trasmissione alla Regione di un paio documenti. Si tratta semplicemente di completare l?iter autorizzativo, giunto comunque alla soglia della conclusione. Un traguardo che si attende da tempo e per il quale l?Amministrazione comunale ha investito ingenti risorse. L?augurio è che davvero entro luglio si possa mettere a disposizione della città questo importante contenitore culturale?.

Tuttora chiuso al pubblico, per difetto di burocrazia, l?antico monastero, denso di storia e ricco di ambienti, è stato riqualificato, attraverso il recupero di una invidiabile quantità di spazi, ricavati attorno alla ?Chiesa delle Monacelle?: laboratori, gallerie espositive, sale convegni ed una pedana centrale per il calco della donna del paleolitico, con il suo bambino in grembo. Lamentando ritardi accumulati nell?esame delle istanze delle richieste, il sindaco nei giorni scorsi si era rivolto direttamente, con una accorata missiva, al ministro Giancarlo Galan, affinché lo stesso intervenisse per sollecitare e dare riscontri alle istanze di tutta la comunità.

Il primo cittadino ha anche sollecitato ripetutamente il nuovo soprintendente archeologico della Puglia, Antonio De Siena, invitandolo a portare a termine la procedura: ?Il sopralluogo di oggi - ha spiegato Tanzarella - è proprio il frutto delle corrispondenze epistolari e telefoniche tra il sottoscritto ed i vertici della Soprintendenza. Sono stati testati i sistemi di sicurezza e di allarme. Superata la prova, ora contiamo in un lasso di termine brevissimo, di poter avviare l?utilizzo della struttura. Non possiamo che augurarci, per tutta la comunità e per gli ospiti che affolleranno già a partire dalle prossime settimane la città, che le porte del Museo possano spalancarsi al pubblico per il clou della stagione estiva.

Tutto chiarito, dunque, con la Soprintendenza: ?Me lo auguro. Una città con 16 Bandiere blu e Cinque vele di Legambiente naturalmente non può che incalzare sui temi della conservazione e del miglioramento dei servizi, sopratutto in settori particolari che distinguono la città di Ostuni come una delle eccellenze ed uno dei fuori all?occhiello della Puglia?, taglia corto il primo cittadino.

Uguale ottimismo hanno espresso, alla fine del sopralluogo, anche il presidente del Consiglio di amministrazione dell'Ente Museo, Enzo Cappetta, e il direttore scientifico, Donato Coppola (impegnato peraltro in questi giorni in una interessante campagna di scavi all'interno del Parco di Santa Maria di Agnano).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Museo, l’impegno della Soprintendenza: “Riapertura entro luglio”

BrindisiReport è in caricamento