rotate-mobile
Speciale Fasano

Per l’Unità d’Italia si fa mezzanotte: festa in piazza a Fasano sotto una grande bandiera

FASANO – Pergamene ai sindaci, omaggio alle figure risorgimentali e festa in piazza. Mercoledì 16 marzo sarà davvero una vigilia speciale a Fasano. A cavallo con la prima ora della giornata del 17, si terrà un Consiglio comunale straordinario per celebrare il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. L’iniziativa, voluta dall’Amministrazione comunale che l’ha messa a punto assieme al Comitato organizzatore (i consiglieri comunali Mimmo Capozzi, Vito Pignatelli e Giacomo Rosato) e alle scuole del fasanese, partirà proprio con i lavori di una seduta consiliare del tutto particolare, fissata per mercoledì 16 alle ore 21. «Vogliamo omaggiare i sindaci succedutisi dal 1861 ad oggi per simboleggiare quell’unità d’intenti, nel senso del lavoro quotidiano svolto unicamente per il bene di Fasano – spiega il primo cittadino Lello Di Bari - che ha caratterizzato l’impegno dei sindaci e dei commissari prefettizi degli ultimi 150 anni di vita amministrativa".

FASANO - Pergamene ai sindaci, omaggio alle figure risorgimentali e festa in piazza. Mercoledì 16 marzo sarà davvero una vigilia speciale a Fasano. A cavallo con la prima ora della giornata del 17, si terrà un Consiglio comunale straordinario per celebrare il 150° anniversario dell'Unità d'Italia. L'iniziativa, voluta dall'Amministrazione comunale che l'ha messa a punto assieme al Comitato organizzatore (i consiglieri comunali Mimmo Capozzi, Vito Pignatelli e Giacomo Rosato) e alle scuole del fasanese, partirà proprio con i lavori di una seduta consiliare del tutto particolare, fissata per mercoledì 16 alle ore 21. «Vogliamo omaggiare i sindaci succedutisi dal 1861 ad oggi per simboleggiare quell'unità d'intenti, nel senso del lavoro quotidiano svolto unicamente per il bene di Fasano - spiega il primo cittadino Lello Di Bari - che ha caratterizzato l'impegno dei sindaci e dei commissari prefettizi degli ultimi 150 anni di vita amministrativa".

Abbiamo colto l'occasione dell'importante anniversario dell'Unità d'Italia - puntualizza Di Bari - per rendere il doveroso tributo ai 69 primi cittadini succedutisi dal 1861. Per far ciò, scopriremo una imponente targa commemorativa, affissa nel corridoio centrale d'ingresso di Palazzo di Città, contenente tutti i loro nomi e le date in cui hanno ricoperto l'incarico».

Il cerimoniale del Consiglio comunale del 16-17 marzo prevede, in apertura, nell'aula consiliare, la proiezione del video "Nata per unire": lo spot della Presidenza del Consiglio dei ministri realizzato proprio per celebrare i 150 anni dell'Italia unita. Per l'occasione verrà distribuito il relativo Dvd. Seguirà l'intervento del presidente del Consiglio comunale, Leonardo Cofano e la presentazione della mozione dell'Anci (l'associazione dei Comuni italiani) relativa alla proposta di esecuzione dell'inno nazionale di Mameli in apertura di ogni seduta consiliare per l'intero arco dell'anno 2011.

In ogni caso, nell'emiciclo consiliare, dopo la relazione di Cofano, verrà eseguito proprio l'inno nazionale dalla banda musicale e dal coro della scuola media "Giacinto Bianco". La particolare assisa proseguirà con l'intervento del sindaco Lello Di Bari che darà lettura dei nomi dei primi cittadini succedutisi dal 1861 ad oggi. Il cerimoniale del Consiglio, quindi, prevede la consegna di pergamene commemorative del 150° anniversario dell'Unità d'Italia agli ex sindaci di Fasano viventi che saranno presenti all'appuntamento: si tratta di Vito Ammirabile, Donato De Carolis, Nicola Latorre, Sante Nardelli, Sandrino Rubino, Orazio Ferrara, Antonio Carbonara, Domenico Mileto, Pietro dell'Anno e dello stesso Di Bari. Ciascuno degli ex sindaci, nell'occasione, interverrà con una breve relazione.

A seguire, l'intervento di Nicola Colonna, docente di Storia delle dottrine politiche all'Università di Bari e la conclusione di questa parte della cerimonia con gli studenti del Liceo "da Vinci" nella lettura di brani tratti da opere risorgimentali.

La particolare e suggestiva serata proseguirà, intorno alle 23.30, nella Sala di rappresentanza del Palazzo di Città per lo scoprimento della targa celebrativa con i nomi dei 69 sindaci (il 70° è lo stesso attuale primo cittadino Lello Di Bari) succedutisi dal 1861 ad oggi. Alle ore 24, invece, la location della celebrazione si sposterà in piazza Ciaia dove arriverà il corteo delle scuole cittadine che consegnerà una grande bandiera (un tricolore di 10 metri per 10) che verrà srotolato dal balcone del Palazzo municipale che affaccia su piazza Ciaia. La cerimonia si concluderà con l'esecuzione dell'inno nazionale.

Il prologo, di buon mattino. L'intensa giornata di mercoledì 16 si aprirà infatti nella mattinata con i cortei degli studenti delle scuole di ogni ordine e grado (saranno 3.686 gli alunni partecipanti) che, vestiti con costumi richiamanti i tre colori della bandiera italiana, percorreranno le vie principali di Fasano con bandierine e cartelloni vari: il raduno è previsto in piazza Ciaia alle ore 9 per seguire un percorso preciso (corso Vittorio Emanuele, le vie Cenci, Piave, S. Francesco da Paola, Carlo Alberto) col ritorno in piazza Ciaia per un omaggio floreale ai caduti per la Patria.

Gli alunni delle scuole di Pozzo Faceto, invece, effettueranno il corteo, da piazza del Santuario, alle ore 9.15, mentre quelli di Pezze di Greco vedranno la partenza da via Beccaria alle ore 10.30 con arrivo in piazza XX Settembre alle 11.30; gli alunni di Montalbano, infine, si raduneranno alle ore 11 in via Teano per raggiungere via don Vittorio Carparelli intorno alle 12.

La maratona dei festeggiamenti dell'Unità d'Italia si concluderà proprio giovedì 17 marzo alle ore 18 a Fasano, in piazza Aldo Moro, per lo scoprimento della targa celebrativa del primo zampillo dell'acquedotto pugliese in città, che avvenne il 18 novembre del 1921. Il sindaco Di Bari, infatti, ha voluto aderire all'iniziativa dell'Anci e dell'Aqp denominata "Acqua bene comune". Allo scoprimento parteciperà, oltre allo stesso Di Bari, l'assessore regionale alle Opere pubbliche Fabiano Amati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per l’Unità d’Italia si fa mezzanotte: festa in piazza a Fasano sotto una grande bandiera

BrindisiReport è in caricamento