A Mesagne comitato bipartisan in difesa dell'ospedale "Camillo De Lellis"

MESAGNE – Comitato d’azione bipartisan a Mesagne in difesa del locale presidio ospedaliero che, come gran parte dei nosocomi pugliesi, è a rischio ridimensionamento nell’ambito delle previsioni del Piano di rientro regionale (ancora al vaglio del governo nazionale). Il comitato si è insediato l’11 novembre e ne fanno parte esponenti della maggioranza di centrosinistra e dell’opposizione consiliare.

L'ingresso dell'ospedale di Mesagne

MESAGNE - Comitato d'azione bipartisan a Mesagne in difesa del locale presidio ospedaliero che, come gran parte dei nosocomi pugliesi, è a rischio ridimensionamento nell'ambito delle previsioni del Piano di rientro regionale (ancora al vaglio del governo nazionale). Il comitato si è insediato l'11 novembre e ne fanno parte esponenti della maggioranza di centrosinistra e dell'opposizione consiliare.

Un comunicato informa che "nel primo incontro si è concordata la metodologia da seguire per l'elaborazione di una proposta che dia una prospettiva certa al nosocomio mesagnese ai fini di un'adeguata risposta alla domanda di salute della comunità territoriale, previo approfondimento del Piano di rientro sanitario elaborato dalla Regione Puglia".

I componenti designati del comitato sono Vincenzo Montanaro per il Pd, Pompeo Molfetta per Sel, Gianfrancesco Castrignanò per la Lista Ferrarese, Danilo Zuffianò per il Pdl, Roberto Carluccio per Mesagne Incalza e Antonio Calabrese per la Dc. Il coordinatore è il consigliere comunale con delega alla Sanità, Giuseppe Indolfi.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento