sanita

Anche Sel dice: "L'ospedale di Ceglie non si tocca"

CEGLIE MESSAPICA -Contro l'ipotesi di tagli a servizi e reparti dell'ospedale di Ceglie Messapica anche Sinistra Ecologia e Libertà ha reso nota la propria posizione di netta contrarietà. "In riferimento alll’annunciata cura dimagrante su ospedali e posti letto che la giunta regionale sta prevedendo nel piano di rientro per 351 milioni conseguentemente allo sforamento del Patto di stabilità, il coordinamento di Sel di Ceglie Messapica intende affermare in maniera chiara ed inequivocabile chel'ospedale non si tocca".

CEGLIE MESSAPICA -Contro l'ipotesi di tagli a servizi e reparti dell'ospedale di Ceglie Messapica anche Sinistra Ecologia e Libertà ha reso nota la propria posizione di netta contrarietà. "In riferimento alll'annunciata cura dimagrante su ospedali e posti letto che la giunta regionale sta prevedendo nel piano di rientro per 351 milioni conseguentemente allo sforamento del Patto di stabilità, il coordinamento di Sel di Ceglie Messapica intende affermare in maniera chiara ed inequivocabile chel'ospedale non si tocca".

"Gli sprechi e i maggiori oneri bisogna ricercarli e tagliarli altrove e non in una realtà dotata di strutture d'eccellenza e baricentrica rispetto ad un bacino d'utenza di oltre 50.000 abitanti - si legge in un comunicato - comprendente altresì i Comuni di Ceglie Messapica, Villa Castelli e Cisternino. Sinistra Ecologia e Libertà non resterà sicuramente ad osservare e si mobiliterà nell'eventualità di ennesimo scippo perpetrato a danno di una comunità che non merita di essere la Cenerentola della provincia".

Rivolgiamo pertanto un appello alla popolazione, alle associazioni e ai soggetti politici e istituzionali alchè si attivino per preservare e si rivalutare una struttura ospedaliera da sempre fiore all'occhiello del distretto dell'alto Salento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche Sel dice: "L'ospedale di Ceglie non si tocca"

BrindisiReport è in caricamento