rotate-mobile
sanita

Asl, la Cgil critica: "Ritardi sull'internalizzazione"

BRINDISI - Il ritardo dell’Asl nell’internalizzazione dei servizi viene duramente criticato dalla Cgil, che in un comunicato del segretario provinciale Antonio Macchia sostiene: “Nell’estate del braccio di ferro tra il presidente Vendola che vuole definire il virtuoso processo di internalizzazione dei servizi sanitari e il ministro Tremonti che vuole bloccarlo impedendo la stabilizzazione di circa 8000 precari, alcune Asl pugliesi hanno invece coraggiosamente deciso di sfidare il governo Berlusconi accelerando tale processo”.

BRINDISI - Il ritardo dell'Asl nell'internalizzazione dei servizi viene duramente criticato dalla Cgil, che in un comunicato del segretario provinciale Antonio Macchia sostiene: "Nell'estate del braccio di ferro tra il presidente Vendola che vuole definire il virtuoso processo di internalizzazione dei servizi sanitari e il ministro Tremonti che vuole bloccarlo impedendo la stabilizzazione di circa 8000 precari, alcune Asl pugliesi hanno invece coraggiosamente deciso di sfidare il governo Berlusconi accelerando tale processo".

La Cgil afferma inoltre: "Entusiasmo e soddisfazione ha suscitato in noi apprendere che il 2 agosto nella provincia di Taranto per la prima volta abbiano timbrato il cartellino 500 dipendenti della neo costituita House jonica Service, dando certezza, futuro e dignità a tanti lavoratori, che per anni sono stati costretti a subire una situazione di precarietà e afflizioni di ogni genere. E' questa la migliore risposta al tentativo di bloccare le internalizzazioni dei servizi sanitari richiesto dal governo Berlusconi come merce di scambio per l'approvazione del Piano di rientro, che già di per sé determina un impoverimento dei servizi".

"Nella Asl Brindisi, invece - continua Macchia -, ad oggi non è stato ancora internalizzato nemmeno un lavoratore, dimostrando un grave ritardo nell'attuazione di tale processo e soprattutto non cogliendo l'opportunità strategica di intensificare gli sforzi per "portare a casa", nell'immediato, un risultato di portata storica, voluto dal nostro presidente Vendola, di affidare alla mano pubblica importanti e delicati segmenti operativi del servizio sanitario".

Quanto alle recenti notizie, il sindacato aggiunge: "Apprendiamo nella giornata odierna le dichiarazioni dell'assessore regionale Tommaso Fiore circa il fatto che siano stati predisposti gli atti deliberativi, e i processi di internalizzazione saranno così definitivi. A questo punto, invitiamo la direzione generale dell'Asl ad accelerare il suddetto processo di internalizzazione dei servizi per raggiungere importanti risvolti politici, economici e sociali per il nostro territorio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asl, la Cgil critica: "Ritardi sull'internalizzazione"

BrindisiReport è in caricamento