Asl: "Nessuna chiusura dei centri di salute mentale"

La Cisl aveva lanciato l'allarme riguardo alle strutture degli degli ambiti San Pancrazio/Mesagne e Carovigno/Ceglie Messapica

Solo “eventuali modifiche orarie”, l’ipotesi di una chiusura viene esclusa. L’Asl Brindisi smentisce una nota del sindacato Fp Cisl, secondo la quale a partire dal prossimo 1 luglio, sulla base di quanto comunicato agli operatori nel corso di riunioni aziendali, sarebbe stata disposta la chiusura dei centri di salute mentale degli ambiti territoriali San Pancrazio Salentino/Mesagne e Carovigno/Ceglie Messapica.  

“Non esiste alcun atto in merito – si legge in una nota dell’azienda sanitaria - e nulla cambia nell’organizzazione, che risponde ad un modello dipartimentale. La Asl Brindisi garantisce le urgenze psichiatriche h. 24 presso l’ospedale Perrino di Brindisi dove insiste il Spdc (Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura) in collaborazione con i Servizi di emergenza. Con riferimento alle attività ambulatoriali programmate nelle sedi dei Csm e nelle loro articolazioni viene garantita la continuità assistenziale come di norma”. 

“Come può avvenire anche in altri ambiti aziendali durante il periodo estivo – si legge ancora nel comunicato - eventuali modifiche orarie in alcune sedi sono dovute unicamente ad un assetto temporaneo atto a garantire il diritto alle ferie dei dipendenti, senza in alcun modo penalizzare operatori ed utenza”. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fp Cgil: "Nuovo inquadramento contrattuale per gli ausiliari Asl"

  • Obesity Day: incontro informativo e screening gratuito

  • Sette milioni per la ristrutturazione del vecchio ospedale di Fasano

  • "Match it now", Admo in piazza per promuovere la donazione del midollo osseo

  • Avis Oria ringrazia i donatori e invita a un nuovo appuntamento con la donazione

Torna su
BrindisiReport è in caricamento