rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
sanita

Asl, pubblicato il bando per la gestione del bar dell'ospedale "Perrino"

BRINDISI – L'Asl di Brindisi ha indetto una gara per la gestione del bar situato all'interno dell'ospedale “Perrino”. Il bando è pubblicato sul sito ufficiale dell'Azienda Sanitaria Locale di Brindisi, e la concessione si riferisce ad un periodo di cinque anni, con possibilità di rinnovo per un ulteriore periodo di 36 mesi.

BRINDISI - L'Asl di Brindisi ha indetto una gara per la gestione del bar situato all'interno dell'ospedale "Perrino". Il bando è pubblicato sul sito ufficiale dell'Azienda Sanitaria Locale di Brindisi, e la concessione si riferisce ad un periodo di cinque anni, con possibilità di rinnovo per un ulteriore periodo di 36 mesi.

Il servizio bar è a disposizione del personale, dei pazienti ricoverati e degli eventuali accompagnatori, e di tutti coloro che si recano presso il nosocomio per una visita ai ricoverati. Il servizio deve essere svolto tutti i giorni dell'anno con un orario che va dalle ore 6 alle 21.30. Nel capitolato speciale, è richiesto che il servizio venga effettuato con personale qualificato ed in numero sufficiente a garantirne la continuità e la perfetta regolarità.

Nel bando ci sono ovviamente precisi riferimenti sulle norme igieniche da rispettare, sia per la conservazione delle bevande e dei cibi sia in relazione alla pulizia dei locali e delle stoviglie. L'impresa aggiudicataria è tenuta: al rispetto di tutte le vigenti disposizioni normative in materia di igiene e sicurezza, nonché alle prescrizioni ulteriori che potranno essere impartite dalla stazione appaltante in relazione alla particolare specificità dei luoghi in cui il servizio dovrà essere effettuato, a provvedere a proprio carico al pagamento di tutte le spese inerenti imposte, tasse, concessioni eccetera, relative alla gestione del servizio in concessione, a provvedere alla pulizia dei locali e delle attrezzature, a far rispettare nei locali adibiti a bar l'assoluto divieto di fumo, a provvedere a smaltire, in conformità alla vigente normativa, tutti i rifiuti prodotti.

Detto che il personale sarà assunto direttamente dall'impresa, chi si aggiudica l'appalto dovrà anche provvedere alla spesa per consumi di energia elettrica, acqua e gas.

I prodotti da mettere in vendita devono essere di prima qualità e delle primarie marche, sempre freschi e di recente acquisto e non devono contenere elementi transgenici od essere stati sottoposti a tale tipo di trattamento (Ogm). I residui alimentari e gli scarti della produzione e somministrazione degli alimenti devono sostare negli ambienti del bar non oltre il tempo strettamente necessario alla lavorazione, preparazione e somministrazione quotidiana degli alimenti.

Il gestore deve provvedere ad affiggere all'interno dei locali, in maniera ben visibile, il tariffario relativo ai prodotti in vendita, al netto del ribasso percentuale offerto in sede di gara. I dipendenti della stazione appaltante avranno diritto ad un listino agevolato composto da almeno sei prodotti: caffè espresso, cappuccino, croissant vari, lattine di bibite varie, acqua (sia liscia che gasata), tramezzini. I prezzi del listino agevolato dovranno essere inferiori di almeno dieci centesimo di euro rispetto al prezzo dei prodotti analoghi inseriti nel listino ordinario. E' in ogni caso vietata la vendita di superalcolici e di generi di monopolio nonché l'installazione di videogiochi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asl, pubblicato il bando per la gestione del bar dell'ospedale "Perrino"

BrindisiReport è in caricamento