rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
sanita

Assenteismo Asl, 50 a giudizio

BRINDISI - Si svolgerà il 3 dicembre prossimo la prima udienza del processo per l'assenteismo agli uffici Asl di via Dalmazia a Brindisi, indagine che il 15 novembre 2010 culminò in un blitz dei carabinieri del Nas di Napoli e Taranto e di quelli del comando provinciale di Brindisi con 26 arresti - tutti ai domiciliari - dei quali due in flagranza gli altri su ordinanze di custodia cautelare spiccate dal gip Eva Toscani su richiesta del pm Adele Ferrar0. Gli imputati rimasti, dopo i patteggiamenti davanti al giudice delle indagini preliminari e al gup, sono una cinquantina tra medici, infermieri e personale tecnico, amministrativo e ausiliario.

BRINDISI - Si svolgerà il 3 dicembre prossimo la prima udienza del processo per l'assenteismo agli uffici Asl di via Dalmazia a Brindisi, indagine che il 15 novembre 2010 culminò in un blitz dei carabinieri del Nas di Napoli e Taranto e di quelli del comando provinciale di Brindisi con 26 arresti - tutti ai domiciliari - dei quali due in flagranza gli altri su ordinanze di custodia cautelare spiccate dal gip Eva Toscani su richiesta del pm Adele Ferrar0. Gli imputati rimasti, dopo i patteggiamenti davanti al giudice delle indagini preliminari e al gup, sono una cinquantina tra medici, infermieri e personale tecnico, amministrativo e ausiliario.

L'indagine comprendeva 24 indagati per i quali il pm aveva chiesto l'arresto e altri 36 a piede libero, ai quali si erano aggiunti i due arresti in flagranza durante il blitz. Chiave di volta delle indagini, alcune videospie piazzate dal Nas nei pressi delle macchinette per timbrare i cartellini e le verifiche incrociate tra assenze ingiustificate e presenze in strutture private. Un paio di dipendenti di una impresa di pulizie, riprese mentre timbravano pacchetti di cartellini altrui, ammisero quasi subito gli addebiti. A questo assenteismo diffuso e a questi comportamenti la procura di Brindisi attribuì situazioni come quelle delle liste di attesa lunghissime negli ambulatori pubblici. Oggi in udienza preliminare c'era il procuratore capo Marco Dinapoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assenteismo Asl, 50 a giudizio

BrindisiReport è in caricamento