Assistenza domiciliare: premio nazionale a sistema di azienda brindisina

L’azienda brindisina Thcs ha vinto il premio nazionale Innova S@Lute 2017 con il Sistema AdiGest, impiegato dalla Asl di Brindisi per la gestione del Servizio di assistenza domiciliare integrata a circa 2.500 pazienti

BRINDISI - L’azienda brindisina Thcs ha vinto il premio nazionale Innova S@Lute 2017 con il Sistema AdiGest, impiegato dalla Asl di Brindisi per la gestione del Servizio di assistenza domiciliare integrata a circa 2.500 pazienti. Il contesto della premiazione, il Forum dell’Innovazione per la Salute, Innova S@lute 2017, tenutosi a Roma con la partecipazione del ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, e della Senatrice Emilia De Biasi, presidente della XII Commissione permanente Igiene e Sanità del Senato.

Il premio Innova Sa@lute è promosso dal Forum della Pubblica Amministrazione ed ha la finalità di valorizzare progetti che possono dare risposte concrete ai crescenti bisogni di salute, selezionando le eccellenze del panorama salute italiano. I vincitori sono stati scelti da una giuria composta da esperti del mondo della salute e del mondo accademico, che ha esaminato i 112 progetti in gara.

Premio Innovasalute all'azienda brindisina Thcs-2

La giuria ha deciso di premiare il Sistema AsiGest elaborato dalla società Telemedicine for Health Care Solutions di Brindisi. In particolare la società brindisina con il Sistema ADIGest ha ricevuto due premi: il Premio InnovaS@lute2017 “Innovatore 2017” ed il riconoscimento speciale Teva nella categoria “Infrastruttura di comunicazione e collaborazione tra strutture, professionisti e amministrazioni”.

ADdiGest come già detto è un software per la gestione del Servizio di Assistenza Domiciliare Integrata utilizzato per l'intera provincia di Brindisi. Il Progetto è stato voluto dall'Asl di Brindisi, costituendo un'associazione in partecipazione pubblico privato con il raggruppamento temporaneo di imprese San Bernardo, che sta implementando la sperimentazione tramite un gruppo di circa 200 addetti, formato da operatori sanitari, operatori della centrale operativa, informatici ed amministrativi.

Gli operatori, utilizzando il sistema adigest, seguono in tempo reale circa 2.500 pazienti a domicilio e sono agevolati tramite smartphone per l'attivazione dei piani individualizzati, la calendarizzazione degli accessi degli operatori, l’erogazione a domicilio di prestazioni e telediagnosi, la rendicontazione di accessi e prestazioni per periodo. Il servizio implica uno sforzo di innovazione incrementale, che porta ad un continuo apprendimento e sperimentazione di un sistema integrato sia sul profilo sanitario che tecnico-amministrativo.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Emergenza Covid 19, "Gravi criticità organizzative: intervenga la Regione"

  • Fials e Cisl donano termoscanner e ventilatore polmonare al Perrino

  • Attivo nella Asl Brindisi il supporto psicologico agli operatori sanitari Covid

  • Oltre 1.800 persone, ogni giorno, hanno bisogno di sangue: raccolta a Mesagne

Torna su
BrindisiReport è in caricamento