Attivazione ospedali di comunità: "Cronoprogramma non rispettato"

Il sindacato Fp Cgil chiede degli incontri monotematici al direttore generale dell'Asl Brindisi, Giuseppe Pasqualone

Procede a corrente alternata l’attivazione dei Pta istituiti al posto degli ospedali di Mesagne, San Pietro Vernotico e Fasano. Sulla questione torna nuovamente il sindacato Fp Cgil, che attraverso una nota firmata dal coordinatore provinciale Sanità Cgil, Mimmo Stella, manifesta delle perplessità sui tempi del processo di riconversione delle vecchie strutture ospedaliere, prendendo spunto dall’attivazione dell’ospedale di comunità di Mesagne. 

Già il 27 febbraio 2017, del resto, la stessa sigla sindacale, nell’esprimere un giudizio negativo sul piano di riordino ospedaliero adottato dalla Regione Puglia, sostenne in sede di delegazione trattante convocata dall’Asl Brindisi che “le dismissioni non contestualmente corrispondenti a nuove attivazioni non possono che rendere ancora più critica e complessa la situazione odierna”

“In ogni modo – si legge nella nota di Stella - la riconversione e riqualificazione delle strutture sanitarie di Mesagne, Fasano e San Pietro Vernotico dovrebbero presentare le caratteristiche di un presidio polifunzionale in grado di erogare servizi necessari ai territori di riferimento: gestione delle emergenze/urgenze, continuità assistenziale, cure primarie, prevenzione e riabilitazione, prestazioni socio-sanitarie integrate, prestazioni di medicina e pediatria generale, servizi di radiologia, prestazioni ambulatoriali specialistiche, e a ciclo diurno (Day Service)”.

Ma ancora le cose non vanno in questo modo, perché se da un lato la Cgil prende “positivamente atto dell’attivazione dell’ospedale di comunità a Mesagne che segue quello di Fasano”, dall’altro ribadisce “le preoccupazioni sulla tempistica delle attivazioni che non starebbero di fatto rispettando il cronoprogramma degli stessi Pta, lasciando per il momento un vuoto enorme da colmare, nelle risposte ai bisogni di salute dei territori”. 

“Non solo – prosegue Stella - mentre si attende di riempire di contenuti con servizi qualitativi gli oramai ex ospedali, a Mesagne accade che il Day Service di Ortopedia, per esempio,  operativo per circa una decina di interventi in anestesia locale, un solo giorno la settimana, è stato addirittura ‘dirottato’ e accentrato nelle sale operatorie dell’Ospedale ‘Perrino’ di Brindisi, ovviamente in contraddizione con quanto riportato nel programma dello stesso Pta”.

Per questo la Fp Cgil chiede al direttore generale dell’Asl Brindisi, Giuseppe Pasqualone, “di attivare quanto prima degli incontri monotematici e di riferire sulle problematiche e la tempistica relativa per le prossime attivazioni all’interno dei Pta specificati in oggetto”.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento