Commissione d'inchiesta sulla sanità: oggi e domani visite

BRINDISI - Dopo la provincia di Trieste, anche quella di Brindisi è stata sottoposta alle attenzioni della Commissione d'inchiesta sui servizi sanitari del Senato. E' un quadro eterogeneo quello che di è delineato nel corso delle prime audizioni di questo pomeriggio.

BRINDISI - Dopo la provincia di Trieste, anche quella di Brindisi è stata sottoposta alle attenzioni della Commissione d'inchiesta sui servizi sanitari del Senato. E' un quadro eterogeneo quello che di è delineato nel corso delle prime audizioni di questo pomeriggio. Il presidente Ignazio Marino, insieme agli altri membri della commissione, ha ascoltato il direttore generale dell'Asl Rodolfo Rollo, quello del Sert e del carcere di Brindisi.

"Ci sono alcune eccellenze - ha spiegato il senatore Michele Saccomanno - ma anche tante criticità che caratterizzano questo territorio". Poi il senatore si è soffermato sulla casa circondariale di via Appia dove, appena due settimane fa, aveva svolto un sopralluogo.

La situazione che si è presentata in quella occasione è stata di aree in grave stato di insalubrità e zone del carcere, totalmente ristrutturate, ma chiuse per carenza di personale sanitario. "L'infermeria e la lungodegenza - racconta Saccomanno - potrebbero entrare già in funzione perchè dispongono della struttura e della strumentazione necessaria. Diversa è invece la situazione in un'altra ala del carcere che ha bisogno di essere ristrutturata".

Ma lo scopo della visita della commissione è anche quello di "catalogare" le diverse realtà. "Ci sono anche alte professionalità nel Brindisino - conclude il senatore - ma per essere valorizzate hanno bisogno di strutture valide e sicure per i pazienti".

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento