rotate-mobile
sanita Ceglie Messapica

E la Fondazione S.Raffaele manda tutti a curarsi ai fornelli di Team Cooking

CEGLIE MESSAPICA - Nouvelle cousine, ma anche tradizionalissime orecchiette e cime di rape, in salsa terapeutica. Se è vero che il segreto della felicità, e della vita, sta nei sensi è al gusto che punta la fondazione San Raffaele di Ceglie Messapica, scommettendo sull’arte culinaria come strumento e spinta a vivere meglio. Gli ospiti della struttura riabilitativa saranno affiancati dai grandi chef Corrado Zamboni (La Sfoglia) e Fabio Ferrari, guide grazie alle quali potranno sperimentarsi ai fornelli.

CEGLIE MESSAPICA - Nouvelle cousine, ma anche tradizionalissime orecchiette e cime di rape, in salsa terapeutica. Se è vero che il segreto della felicità, e della vita, sta nei sensi è al gusto che punta la fondazione San Raffaele di Ceglie Messapica, scommettendo sull'arte culinaria come strumento e spinta a vivere meglio. Gli ospiti della struttura riabilitativa saranno affiancati dai grandi chef Corrado Zamboni (La Sfoglia) e Fabio Ferrari, guide grazie alle quali potranno sperimentarsi ai fornelli.

L'iniziativa battezzata Team Cooking 2011 e promossa da Coloplast, azienda specializzata in servizi e prodotti di "intimate healthcare", prevede la realizzazione di lezioni di cucina itineranti a supporto di pazienti con lesioni al midollo spinale. Presso la Fondazione San Raffaele si svolgerà la prima ed unica tappa del Sud Italia del tour che prevede in tutto 7 incontri in 7 strutture ospedaliere individuate e selezionate sull'intero territorio nazionale.

"Riuscire ad inserire in un percorso terapeutico per la persona mielolesa delle attività che abbiano contestualmente valenza riabilitativa, didattica e sociale", spiega Fabio Colonna, direttore medico della Fondazione San Raffaele di Ceglie Messapica, "è certamente impresa ardua ma, grazie al progetto Team Cooking e alla nostra maturata esperienza nel settore della riabilitazione, si è riusciti a creare una sinergia tra terapia occupazionale, attività sociali, ludiche e formative che ha prodotto una ricetta, siamo in tema, dal risultato sorprendente. Ne è la conferma l'adesione all'evento plebiscitaria e la richiesta di allestire un calendario con altre giornate culturali ed enogastronomiche in un territorio tra i più saporiti d'Italia".

Obiettivo, quello si creare un ponte tra l'ottava arte e la gioia e la creatività che essa può trasmettere a chi vive quotidianamente la sfida della disabilità. In un mondo in cui la sensibilità verso l'accesso dei disabili alla possibilità di cucinare è sempre più agevolato, come dimostrano i numerosi accessori appositi ormai disponibili sul mercato, la Fondazione San Raffaele non si è fatta sfuggire l'opportunità di allargare gli orizzonti ai propri ospiti facendoli entrare direttamente in contatto con grandi cuochi che sveleranno loro i segreti e i trucchi del mestiere. Un boccone di vita, nella patria della gastronomia pugliese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E la Fondazione S.Raffaele manda tutti a curarsi ai fornelli di Team Cooking

BrindisiReport è in caricamento