Dopo il caso Tac: "Prestazioni aggiuntive di sera e nei giorni festivi"

Asl Brindisi: "In tempi brevissimi sarà possibile effettuare anche in fasce orarie serali e nei giorni festivi specifici accertamenti diagnostici e quanto necessario per il completamento del percorso clinici"

Riceviamo e pubblichiamo una nota dell’Asl Brindisi sui disagi patiti da una paziente oncologica che non ha potuto sottoporsi al programmato esame diagnostico della Tac.

In relazione all’articolo di codesta testata apparso in data 7 settembre 2017 dal titolo “Tac in manutenzione, paziente oncologica in attesa dell’esame da circa un mese”, si chiarisce e precisa quanto segue.

Nella logica generale dello snellimento delle liste d’attesa, la Direzione Sanitaria della Asl Br ha autorizzato il personale preposto ad effettuare, in particolare, prestazioni aggiuntive al fine di garantire, all’utenza interessata,  tutte le prestazioni previste per periodici controlli oncologici.

In tempi brevissimi, pertanto, per detta utenza sarà possibile effettuare anche in fasce orarie serali e nei giorni festivi specifici accertamenti diagnostici (Tac, etc.) e quanto necessario per il completamento del percorso clinico.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento