Screening del carcinoma della mammella, a Ostuni potenziato il Servizio di Senologia

Conclusi i lavori di ristrutturazione sarà inaugurato il 12 luglio 2019 alle ore 16

OSTUNI - Conclusi i lavori di ristrutturazione, il 12 luglio 2019 alle ore 16, verrà inaugurato il Servizio di senologia presso l’ospedale di Ostuni, posto al piano terra nella zona ovest, che va a potenziare lo screening del carcinoma della mammella sul territorio.

Alla cerimonia di inaugurazione interverranno il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, il sindaco di Ostuni Guglielmo Cavallo, il presidente dell’ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri Arturo Oliva, il direttore generale Asl Br Giuseppe Pasqualone, il direttore del Sisp e responsabile del Centro screening Stefano Termite. Parteciperanno i rappresentanti del Management aziendale, del Presidio Ospedaliero e del Distretto Socio-Sanitario n. 2, e il personale sanitario della Senologia.

Le attività dei lavori sono state curate dal responsabile tecnico Renato Ammirabile, mentre le procedure di autorizzazione ed accreditamento sono state coordinate dal dottor Stefano Termite. Gli ambienti sono funzionali e confortevoli, con particolare cura degli arredi e dei colori che rendono più distensiva l’accoglienza per le donne. 

Il Servizio è stato potenziato con la dotazione di un altro mammografo digitale con tomosintesi ed ecografi di ultima generazione, con altra strumentazione tecnica di nuova acquisizione. L’adeguamento tecnologico e degli ambienti consentirà di dare risposte appropriate e tempestive per la diagnosi precoce del tumore alla mammella nelle donne residenti nel territorio che afferiscono a questo centro, il più grande della provincia.

Questo tipo di neoplasia è la più frequente nelle donne. Negli ultimi decenni si è registrato un costante aumento di frequenza di diagnosi, accompagnata molto spesso da una riduzione della mortalità. Ciò è stato possibile anche grazie all’aumento delle adesioni allo screening che ha consentito la diagnosi precoce di tumori identificati ai primi stadi di sviluppo della malattia, quando il trattamento ha maggiori probabilità di essere efficace e meno invasivo.

Si ricorda che lo screening per la prevenzione del tumore mammario si rivolge alle donne di età compresa tra i 50 e i 69 anni e si esegue con una mammografia offerta gratuitamente ogni 2 anni. Le donne residenti nel territorio provinciale, di competenza della nostra Asl, vengono invitate con una lettera personalizzata a presentarsi per sottoporsi al test con l’indicazione del giorno, ora e sede. Inoltre, è operativo da tempo il numero verde dedicato 800 310929 che fornisce informazioni sugli screening attivati e sulle modalità di accesso da parte della popolazione target.

L’intervento attuato ad Ostuni aveva anche l’obiettivo di uniformare il servizio offerto su tutti e tre i centri (Brindisi, San Pietro Vernotico e Ostuni) con la stessa tecnologia (mammografi digitali con tomosintesi), per potenziare e rendere più efficiente lo screening mammografico della Asl di Brindisi.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • “Mi hanno salvato la vita, grazie all’equipe di Chirurgia Generale”

  • “Servizi sociosanitari e diritto alla salute per soggetti stranieri": convegno a Brindisi

  • I vaccini negli adulti: congresso scientifico a Brindisi

  • Giornata mondiale del Diabete: a Fasano tre giorni di iniziative

  • Lions Club e i Leo Club organizzano uno “Screening gratuito dell’udito” in piazza

Torna su
BrindisiReport è in caricamento