Indagati, da tempo dicono di essere pochi

OSTUNI - Lamentano da tempo una carenza di personale in un reparto, quello di Ostetricia e Ginecologia di Ostuni, che ha rischiato la chiusura e che è stato salvato in extremis. Il malumore si è intensificato in questi giorni, dopo che la procura di Brindisi ha avviato un’inchiesta sulla morte di un neonato.

L'ospedale di Ostuni

OSTUNI - Lamentano da tempo una carenza di personale in un reparto, quello di Ostetricia e Ginecologia di Ostuni, che ha rischiato la chiusura e che è stato salvato in extremis. Il malumore si è intensificato in questi giorni, dopo che la procura di Brindisi ha avviato un'inchiesta sulla morte di un neonato, venuto alla luce già morto. Sono 19 le persone indagate, fra queste ci sono 5 ginecologi, 10 infermieri e 4 ausiliari dell'ospedale di Ostuni.

L'inchiesta del pm Giuseppe De Nozza che conferirà incarico lunedì a tre medici legali per l'autopsia (Antonio Carusi, Ermenegildo Colosimo e Pantaleo Greco) sul corpicino senza vita del bimbo è stata avviata dopo che una coppia di Fasano ha presentato un esposto ai carabinieri chiedendo di accertare quali siano le cause della triste vicenda di cui sono stati protagonisti.

Vogliono che sia fatta luce e che siano valutate eventuali responsabilità del personale sanitario riguardo alle decisioni assunte proprio al termine della gestazione della donna. In passato, a quanto è emerso, ci sarebbero altre due gravidanze non andate a buon fine. Il dubbio è che l'epilogo tutt'altro che lieto potesse essere in qualche modo evitato con un intervento più tempestivo.

Ai 19 indagati è stato notificato nelle scorse ore un avviso di conferimento incarico, come atto dovuto, che ha valore di avviso di garanzia. Potranno nominare un consulente di parte che parteciperà all'esame autoptico, accertamento tecnico irripetibile. Il quesito che il pm porrà ai suoi consulenti sarà noto lunedì mattina. L'accusa per i ginecologi, gli infermieri e i sanitari coinvolti è di omicidio colposo.

 

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento