La Nubile investe in residenze sanitarie

BRINDISI – Punta su un settore strategico soprattutto per i prossimi anni, l’imprenditore brindisino Luca Screti, passando dal settore dei servizi all’industria, soprattutto alle centrali a carbone, e da quello dei rifiuti (gestisce la discarica di bacino di Autigno), a quello dei servizi socio-sanitari. Salento Salute è la diversificazione di investimento progettata da Screti, e si affianca alla Nubile Srl, con cui condivide la sede sociale in via Giovanni Battista Amici, in zona industriale a Brindisi.

L'imprenditore Luca Screti, amministratore di Nubile Srl

BRINDISI - Punta su un settore strategico soprattutto per i prossimi anni, l'imprenditore brindisino Luca Screti, passando dal settore dei servizi all'industria, soprattutto alle centrali a carbone, e da quello dei rifiuti (gestisce la discarica di bacino di Autigno), a quello dei servizi socio-sanitari. Salento Salute è la diversificazione di investimento progettata da Screti, e si affianca alla Nubile Srl, con cui condivide la sede sociale in via Giovanni Battista Amici, in zona industriale a Brindisi.

Il progetto Salento Salute prevede l'apertura di due residenze socio-sanitarie assistite (Rssa) a Miggiano, nel profondo Salento, e a San Donaci per ora ancora nel Brindisino. La prima ad entrare in funzione sarà la Rssa "San Vincenzo" di Miggiano, la cui apertura è fissata per domenica 18 novembre alle 11 con la benedizione del vescovo di Ugento - Leuca, mons. Vito Angiuli. Per la Rssa di San Donaci occorrerà invece attendere il mese di maggio del 2013.

"Un nuovo mondo dedicato all'anziano, lo scenario ideale per il benessere della terza età. La residenza socio sanitaria assistenziale San Vincenzo di Miggiano - annuncia un comunicato di Salento Salute - apre i battenti il 18 novembre, pronta ad accogliere ed accudire persone anziane. La struttura, moderna, innovativa e ricca dei migliori confort alberghieri, è la prima del gruppo Salento Salute: la società, nata da un'intuizione dell'imprenditore brindisino Luca Screti, realizza residenze assistenziali per anziani autonomi o con problemi di salute".

La direzione sanitaria della Rssa "San Vincenzo" è affidata all'ex direttore sanitario della Asl di Lecce, Francesco Sanapo. Nello staff di Salento Salute anche il segretario provinciale del Partito democratico di Brindisi, Corrado Tarantino. Ecco cosa ha dichiarato a BrindisiReport.it il direttore amministrativo, Cosimo Pennetta (Screti ha affidato a lui il compito di rilasciare dichiarazioni).

Quando nasce il progetto Salento Salute?

"Il progetto Salento Salute nasce nel 2006, da un'idea di Luca Screti, che è l'amministratore unico della società. Salento Salute fa parte della Nubile Srl ma è logisticamente staccata da quest'ultima. Abbiamo avviato delle attività propedeutiche sei anni fa e di seguito abbiamo iniziato a lavorare sul progetto, partecipando ad alcuni bandi di gara pubblici per la concessione di immobili fatiscenti e abbandonati da ristrutturare. Siamo stati vincitori di un bando nel Comune di Miggiano, un Progetto di Finanza nel 2007, e uno in quello di S. Donaci.

Siamo stati vincitori dei due bandi pubblici e così in tre anni abbiamo messo in piedi due nuovissime strutture, quella di Miggiano, dove sono stati fatti solo lavori di ristrutturazione, e quella di S. Donaci (ex asilo nido Omni) che abbiamo anche ampliata, costruendo un altro piano. L'amministratore unico è appunto, Luca Screti, nel management ci sono io (Cosimo Pennetta, ndr) e Corrado Tarantino, mentre il direttore sanitario sarà Francesco Sanapo, ex direttore della Asl di Lecce, poi c'è l'architetto che ha curato l'intera progettazione, Mino Delle Donne e un collaboratore in organico che è Salvatore De Santis. La spesa complessiva per entrambe le residenze si aggira intorno ai 7 milioni di euro: 2 milioni e 500 mila euro per la prima mentre quasi 4 milioni e mezzo per la seconda".

Quali servizi garantiranno le due strutture?

"Sostanzialmente le due residenze socio assistenziali garantiranno gli stessi servizi, dall'assistenza socio-sanitaria a quella socio alberghiera, poi varieranno le attività. Nella struttura di Miggiano di 80 posti letto, ci sarà, inoltre, un'ala dedicata a diversi ambulatori specialistici, per pazienti interni ed esterni, il rapporto con i medici sarà esclusivamente di collaborazione. La residenza San Vincenzo di Miggiano, nasce nel mezzo di un parco, immersa nel verde, quindi assicureremo anche attività ludiche, attività di ortoterapia, vogliamo che le persone e anziani che alloggeranno da noi abbiano tutti i confort e possano vivere nel migliore di modi, non abbandonando le proprie abitudini.

Nei nostri servizi vogliamo anche aggiungere l'innovazione, grazie alle video chiamate con Skype, assicureremo con i familiari un contatto quotidiano con i propri parenti e per un discorso di trasparenza, invece, metteremo a disposizione online o attraverso sempre video chiamate, tutte le attività e le terapie svolte giornalmente. Per gli 80 posti letto abbiamo, per adesso pensato a 16 o 17 operatori socio sanitari, 6 infermieri e poi diversi terapisti e assistenti sociali, il tutto potrà subire variazioni secondo le esigenze dei pazienti, ed in base a questi organizzeremo i servizi, portandoli ad una qualità eccellente. Nella struttura di S. Donaci ci saranno, invece, 60 posti letto e verrà in più garantita un'assistenza per anziani non autosufficienti, con patologie particolari. Questa residenza verrà inaugurata nei primi mesi del 2013".

Quale idea detta le basi del progetto?

"L'idea innovativa, lancia, infatti, un nuovo modo di intendere la terza età: oltre alle migliori cure assistenziali assicurate dal personale altamente qualificato, offriremo spazi dedicati alla socializzazione della persona e dell'anziano che permetteranno di garantire una ritrovata vitalità".

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento