rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
sanita

Liste d'attesa, ecco il piano sperimentale

BRINDISI – La Regione Puglia vara un piano sperimentale, attivo 20 settimane con monitoraggio e verifica mensile,volto ad abbattere i lunghissimi tempi d’attesa per una prestazione sanitaria fornita dall’Asl. Già a partire dalla prossima settimana, alcuni esami clinici verranno effettuati anche di pomeriggio.

BRINDISI ? La Regione Puglia vara un piano sperimentale, attivo 20 settimane con monitoraggio e verifica mensile,volto ad abbattere i lunghissimi tempi d?attesa per una prestazione sanitaria fornita dall?Asl. Già a partire dalla prossima settimana, alcuni esami clinici verranno effettuati anche di pomeriggio. La Risonanza magnetica al tronco dell?encefalo, invece, già in funzione per 12 ore al giorno, sarà operativa anche la domenica mattina.

Solo per la provincia di Brindisi, tale piano comporterà un costo pari a circa 251mila euro (pari al 30% delle prestazioni aggiuntive effettuate nel 2009), limitatamente al periodo sperimentale di 20 settimane. Per l?utilizzo nei giorni festivi della risonanza magnetica, invece, è stato stanziato un budget pari a 21.600 euro, sempre per il periodo sperimentale di 20 settimane.

I dettagli di questo intervento sono stati illustrati dal direttore sanitario dell?Asl di Brindisi, la dottoressa Graziella Di Bella, nel corso di una conferenza stampa svoltasi stamani presso la sede dell?azienda sanitaria in via Napoli.

?Attraverso una delibera del dicembre 2007 ? dichiara la Di Bella ? è stata prodotta una lista di prestazioni per le quali fare un piano straordinario. La selezione è stata fatta tenendo conto delle prestazioni che comportano un?attesa superiore ai 60 giorni e del numero di utenti in lista per ogni prestazione?.

Dopo questa prima scrematura, l?Asl ha passato al setaccio le prestazioni con un livello di soddisfazione dell?utenza inferiore al 80%. Alla fine, è venuto fuori l?elenco di prestazioni che verranno offerte anche nelle ore pomeridiane e in tarda serata mei giorni feriali, oltre che nei giorni festivi.

Eccole: colonscopia con endoscopio flessibile; test cardiovascolare da sforzo con cicloergometro; elettrocardiogramma; mammografia; diagnostica ecografica del capo del collo; ecocolordopplergrafia cardiaca; ecografia della mammella; eco(color)doppler dei tronchi sovraaortici; risonanza magnetica del cervello e del tronco encefalico, senza e con contrasto; esame del fundus oculi; esame complessivo dell?occhio; visita speciale endocrinologia; elettromiografia semplice (emg). Tali prestazioni aggiuntive saranno erogate nei giorni feriali dalle ore 14 alle 20, nei presidi ospedalieri di Brindisi, Francavilla Fontana e Ostuni, e l?elettromiografia nel distretto di Mesagne. La risonanza magnetica verrà erogata dalle ore 8 alle 14 dei giorni festivi, poiché le macchine sono impegnate, come detto, 12 ore al giorno nell?arco della settimana.

Le prestazioni oculistiche partiranno successivamente, in quanto al momento dell?elaborazione del piano, non era stata reperita alcuna disponibilità da parte del personale medico. ?Gli utenti ? spiega la Di Bella ? saranno richiamati da un sistema di recall telefonico, già in corso d?attivazione, per anticipare gli appuntamenti. La selezione sarà fatta in base al maggiore tempo d?attesa tra la prenotazione e la data dell?appuntamento. Le agende, pertanto, saranno attive già alla prossima settimana?.

La Di Bella, inoltre, invita i medici generici a produrre ricette mediche biffate: in cui siano illustrati, cioè, i tempi d?attesa della visita medica, classificati in 3 categorie: brevi, differite urgenti. Perché è giusto che accedano alle prestazioni aggiuntive soprattutto i pazienti che si devono sottoporre con urgenza a un controllo. Anche questo può ridurre i tempi d?attesa.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Liste d'attesa, ecco il piano sperimentale

BrindisiReport è in caricamento