rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
sanita Cisternino

Ospedale, chiude laboratorio

CISTERNINO - I cinque consiglieri comunali dei tre gruppi di opposizione, dal centrodestra al centrosinistra lista civica, al Comune di Cisternino hanno chiesto al presidente Perrini la convocazione urgente del consiglio comunale per discutere della graduale eliminazione di "quel poco che resta dell’ospedale di Cisternino". La direzione dell’Azienda Sanitaria brindisina "ha deciso di chiudere definitivamente il laboratorio analisi - dicono i rappresentanti dell'opposizione consiliare - che da oltre quarant’anni serve l’utenza di Cisternino, i cui macchinari sono stati recentemente e completamente rinnovati".

CISTERNINO - I cinque consiglieri comunali dei tre gruppi di opposizione, dal centrodestra al centrosinistra lista civica, al Comune di Cisternino hanno chiesto al presidente Perrini la convocazione urgente del consiglio comunale per discutere della graduale eliminazione di "quel poco che resta dell?ospedale di Cisternino". La direzione dell?Azienda Sanitaria brindisina "ha deciso di chiudere definitivamente il laboratorio analisi - dicono i rappresentanti dell'opposizione consiliare - che da oltre quarant?anni serve l?utenza di Cisternino, i cui macchinari sono stati recentemente e completamente rinnovati".

"A causa delle scelte di riduzione della spesa sanitaria volute dalla Regione Puglia si stanno drasticamente eliminando una serie di servizi, e Cisternino ha dato già il suo notevole contributo. Lo scorso marzo è stato chiuso il reparto di lungodegenza, oggi si chiude il laboratorio analisi, magari tra qualche giorno si chiuderà la radiologia e via via toglieranno anche le ambulanze e la guardia medica, questo è il rischio che si paventa".

"Per evitare che ciò accada, tutti i consiglieri di minoranza (Mario Saponaro, Maria Zigrino, Giampiero Bennardi, Mario Luigi Convertini e Stefano Guarini) "hanno chiesto di discutere dell?argomento in consiglio comunale perché le forze politiche abbiano un ruolo in queste scelte e perchè la comunità di Cisternino si difenda dai tagli generalizzati e ingiustificati a causa di sprechi consumati altrove". Neppure una parola, per la cronaca, sul fatto che i piani di rientro delle Regioni per la sanità pubblica sono stati condizionati dai tagli del governo Berlusconi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale, chiude laboratorio

BrindisiReport è in caricamento