rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
sanita Cisternino

Ospedale Nord, il piano da reintegrare sulla parte finanziaria. Presto un nuovo incontro

BARI - Lo studio di prefattibilita' per la costruzione dell'Ospedale di Cisternino- Fasano- Ostuni, che la Asl di Brindisi ha presentato circa dieci giorni fa e sul quale si e' oggi espressa la task force regionale per la determinazione del partenariato pubblico – privato e project financing (finanza di progetto) per la realizzazione di nuove strutture ospedaliere nell’ambito del servizio sanitario regionale, necessita di alcune integrazioni di natura tecnico - economica. Lo studio rielaborato sara' presentato il prossimo 30 maggio e, dopo un'ulteriore analisi ed approfondimento, la task force sara' riconvocata.

BARI - Lo studio di prefattibilita' per la costruzione dell'Ospedale di Cisternino- Fasano- Ostuni, che la Asl di Brindisi ha presentato circa dieci giorni fa e sul quale si e' oggi espressa la task force regionale per la determinazione del partenariato pubblico - privato e project financing (finanza di progetto) per la realizzazione di nuove strutture ospedaliere nell'ambito del servizio sanitario regionale, necessita di alcune integrazioni di natura tecnico - economica. Lo studio rielaborato sara' presentato il prossimo 30 maggio e, dopo un'ulteriore analisi ed approfondimento, la task force sara' riconvocata.

Lo ha annunciato l'assessore regionale alle Opere pubbliche e Protezione civile Fabiano Amati, che ha convocato questa mattina un nuovo incontro al quale hanno partecipato tra gli altri il dirigente del Servizio Lavori pubblici Francesco Bitetto, il segretario generale dell'Autorità di Bacino della Puglia Antonio di Santo, la coordinatrice della cabina di regia Anna Maria Candela e il direttore generale della Asl di Brindisi Rodolfo Rollo.

Lo studio va integrato allo scopo di poter fruire anche dei finanziamenti previsti dall'artico 20 della legge sull'edilizia sanitaria ed ospedaliera ( legge n.67/88), di essere coerente con i Piani sanitari regionale e nazionale, e con la scheda Mexa, utile a sottoporre lo studio all'attenzione del Ministero. Il lavoro sara' rielaborato con riferimento all'analisi economico - finanziaria del progetto, ai dati relativi ai costi di costruzione, al totale dei posti letto previsti in base alle specialità, alle piante organiche, all'analisi costi - benefici e ai parametri tecnici per il dimensionamento della struttura ospedaliera.

Lo studio presentato prevede un'opera dell'importo complessivo di circa 94 milioni di euro, per una superficie totale di 36.500 mq e 250 posti letto. L'area individuata si trova nella parte meridionale del Comune di Fasano, nella località denominata Speziale, con ingresso diretto sulla SS.16 Adriatica al Km. 867.500, arteria principale che collega i centri di Fasano ed Ostuni,ed in prossimità dello svincolo che porta alla cittadina di Cisternino. Inoltre, non è molto distante dalla S.S. 379 che collega il capoluogo Bari a Brindisi e Lecce.

Secondo le prime verifiche eseguite dall'Autorità di bacino della Puglia, l'area prescelta non e' sottoposta a vincoli o problematiche di natura idrogeologica. Ma si sta tenendo conto dei rilievi sollevati dal sindaco di Ostuni, Domenico Tanzarella, e dal consigliere regionale Giovanni Epifani per dotare l'operazione di una copertura finanziaria adeguata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale Nord, il piano da reintegrare sulla parte finanziaria. Presto un nuovo incontro

BrindisiReport è in caricamento