Ospedale Perrino: irradiazione corporea totale per il trapianto di midollo

Da oggi l’ospedale di Brindisi è il terzo centro dell’Italia meridionale dove si può effettuare questa complessa terapia

BRINDISI - In data odierna (7 maggio), nell’unità operativa di Radioterapia dell’ospedale Perrino, è stata effettuata per la prima volta la Irradiazione corporea totale, nota anche come Total Body Irradiation (Tbi). La terapia è stata richiesta dall’unità operativa di Ematologia per un trapianto di midollo allogenico necessario per un caso di Leucemia. 

Presso l’Ematologia di Brindisi si effettuano da molti anni trapianti autologhi di cellule staminali emopoietiche. Con l’applicazione della nuova metodica, a partire da oggi si eseguono anche trapianti allogenici (da donatore) di cellule staminali emopoietiche con la Tbi.

TBI-Radioterapia (2)-2

La Total Body Irradiation si effettua con gli acceleratori lineari già in dotazione, ma richiede misure di dose particolarmente complesse e personalizzate che vengono effettuate prima e durante l’irradiazione di ciascun paziente da parte dell’equipe dell’unità operativa di Fisica Sanitaria. Grazie all’impegno del personale della Fisica Sanitaria la metodica entra a far parte delle risorse terapeutiche dell’Ospedale Perrino.

Da oggi l’ospedale di Brindisi è il terzo centro dell’Italia meridionale (dopo San Giovanni Rotondo e Cagliari) dove si può effettuare questa complessa terapia. Per l’avvio, oltre all’indispensabile lavoro della Fisica Sanitaria, è stata basilare anche la donazione da parte dell’Associazione Progetti per la Radioterapia di alcuni strumenti di misurazione della dose.  

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento