rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
sanita

Perrino, il venerdì nero degli ascensori

BRINDISI - Bollettino ascensori all’ospedale Perrino, ore 8 di oggi: la novità è che sono tutti rotti. Stavolta tutti i blocchi, quelli che rendono possibile a pazienti e al personale tutto di raggiungere tutti e dieci i piani del nosocomio, sono in tilt.

BRINDISI - Bollettino ascensori all'ospedale Perrino, ore 8 di oggi: la novità è che sono tutti rotti. Stavolta tutti i blocchi, quelli che rendono possibile a pazienti e al personale tutto di raggiungere tutti e dieci i piani del nosocomio, sono in tilt. La situazione è pazzesca, è un indicatore dello stato in cui versa la nostra Sanità.

Che struttura di quel genere sia anche solo temporaneamente priva di impianti di elevazione, comporta non solo problemi al trasferimento degli ammalati - ad esempio - nelle sale operatorie, ma anche l'impossibilità per le ditte esterne di portare nelle stanze la colazione, il pranzo e la cena; le lenzuola pulite; il materiale sanitario di ogni genere che viaggia su carrelli con le ruote che non possono essere condotti a mano attraverso le scale.

L'emergenza sembrava parzialmente risolta, ma il primo giorno lavorativo dopo le festività, una volta tornata a pieno regime l'attività negli ambulatori, nei reparti e nelle sale operatorie, si è ripresentato il problema. Va ricordato che la direzione generale e amministrativa ha parlato esplicitamente di "sabotaggio" degli ascensori, anzi ha posto la questione proprio in questi termini in un esposto destinato alla procura di Brindisi che naturalmente ha avviato un'inchiesta.

Sabotaggio, secondo i vertici della Asl di Brindisi, testimoniato dal fatto che in passato non vi sono mai state criticità tanto croniche, emerse poi una volta che vi è stato l'avvicendamento tra la società Brindisi Elevatori che si occupava prima della manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti e la Manutencoop che rappresenta il "nuovo".

C'è un problema: i quattro ascensoristi sono stati licenziati. La Manutencoop non dispone ancora di personale ed è costretta a rivolgersi per gli interventi urgenti alla ditta Kone. Il problema, una vergogna per un ospedale di eccellenza come lo è il Perrino specie per alcune unità operative, è che gli ascensori sono vecchi e malandati. Si è sempre ovviato ai guasti ripristinando il servizio alla bell'e meglio. Ma non si è mai provveduto a rimettere in sesto il sistema.

Certo, sorge spontaneo chiedersi perché i malfunzionamenti vengano tutti alla luce ora e in maniera così grave, fatto sta che le condizioni degli ascensori, è un dato oggettivo, non sono affatto buone. E qualcosa, mentre la procura indaga, bisogna pur fare per risolvere l'impasse. Intanto stamani ancora disagi, lamentele, con la preoccupazione, concreta, che il blocco finisca per provocare prima o poi conseguenze serie (Foto Gianni Di Campi).

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perrino, il venerdì nero degli ascensori

BrindisiReport è in caricamento