Personale ospedaliero allo stremo per i tagli: manifestazione della Cgil al Perrino

BRINDISI – I tagli alla sanità pubblica imposti dal governo alle Regioni con i piani di rientro manderanno in tilt molte unità ospedaliere e tra queste c’è il Perrino di Brindisi. Lo denuncia la Funzione Pubblica Cgil.

L'ingresso dell'ospedale Perrino

BRINDISI – I tagli alla sanità pubblica imposti dal governo alle Regioni con i piani di rientro manderanno in tilt molte unità ospedaliere e tra queste c’è il Perrino di Brindisi. Lo denuncia la Funzione Pubblica Cgil.

“Si sta tagliando il tagliabile senza porre in essere qualsivoglia analisi qualitativa della spesa, che permetta di collegare i risultati di bilancio all’assistenza offerta ai cittadini”, scrive al prefetto, ai vertici della Asl e  alla Regione Puglia il segretario della FP Cgil di Brindisi, Antonio Macchia.

“Ed è proprio la carenza di personale dipendente, soprattutto nel settore sanitario (infermieri, medici, operatori di servizi sociali, tecnici e altri), che sta rischiando di far saltare l’intero sistema”, denuncia il sindacato. “Tutte le strutture sono in grave carenza di personale e quotidianamente lo stesso è costretto a turni di lavoro massacranti: vengono saltati i riposi giornalieri e le ferie, nei reparti e servizi ad alta complessità assistenziale i turni di servizio sono coperti da un numero insufficiente di unità”.

Il sistema insomma è ridotto all’osso, secondo la Cgil, e con questa situazione ci si presenta all’impatto con la stagione estiva, dove la situazione potrebbe diventare drammatica nelle strutture maggiormente colpite dal blocco del turn-over. Serve perciò un segnale deciso per far fronte alla situazione, e per questo il sindacato Funzione Pubblica Cgil ha convocato per mercoledì 15 giugno, dalle 11, una manifestazione pubblica del personale sanitari all’ospedale Perrino, fuori dagli uffici amministrativi.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento