sanita

Asl, ok al contratto integrativo aziendale: "Maggiori tutele per i lavoratori"

Sottoscritta stamattina la pre-intesa presso la sede dell'Azienda sanitaria di Brindisi. Soddisfatti i sindacati

BRINDISI - È stata sottoscritta oggi (lunedì 30 dicembre), presso la sede della Aal Brindisi, la preintesa relativa al Contratto Integrativo Aziendale del comparto e relativi regolamenti in applicazione del contratto nazionale del lavoro del 21 maggio 2018.

Sindacati: "Piena condivisioni degli obiettivi con il management"

“Il confronto è stato articolato e complesso – si legge in una nota della Cisl Taranto-Brindisi, Uil, Fials e della Rsu- ma alla fine ha prodotto un risultato soddisfacente, offrendo un impianto innovativo per quanto attiene l’organizzazione aziendale e per gli obiettivi economici e normativi di cui godranno i lavoratori.”

“Con questo contratto integrativo aziendale si è sottoscritto un sistema che permette incrementi economici alle turnazioni, alle pronte disponibilità e agli incarichi di funzione (ex coordinamenti e posizioni organizzative) la produttività, sia collettiva che individuale e ponendo le basi per una prossima futura progressione economica orizzontale e verticale. Si è ampliata la forbice in materia di permessi e tutele, migliorando i vincoli del Ccnl”. “Viene previsto il welfare contrattuale – si legge ancora nella nota - nuova frontiera della contrattazione nel Pubblico Impiego.  Sono questi solo alcuni dei contenuti di una intesa molto articolata”.

Ora i sindacati, superata questa fase,” aprono quella del controllo per l’applicazione di tutto quanto pensato. Certamente l’ipotesi di Contratto, proprio per i suoi contenuti innovativi, sarà oggetto di attacchi da parte di chi non lo ha condiviso e/o sottoscritto e/o compreso. Ci conforta invece la piena condivisione con gli obiettivi dimostrata dal management aziendale che ha dimostrato un grande senso di responsabilità e capacità industriale, confermando, ancora una volta, ottime relazioni sindacali da tempo consolidate”. 

Nursind: "Riconosciute indennità di disagio a personale del  118"

“Tra diversi punti qualificanti -  si legge in una nota di Carmelo Villani, segretario territoriale del sindacato delle professioni infermieristiche Nursind, Carmelo Villani - la organizzazione sindacale Nursind, per il tramite dei suoi delegati Rsu, parte attiva nella stesura, si ritiene particolarmente soddisfatta per il tanto atteso riconoscimento della indennità di disagio agli operatori dei pronto soccorso e del 118 in aggiunta ai numerosi istituti che qualificano e sanano, anche se parzialmente, un contratto collettivo nazionale fortemente penalizzante per gli infermieri”.  “Ringraziamo per questo il direttore Generale della Asl Brindisi – prosegue Villani -  tutto il management aziendale, oltre a tutte le parti in causa per il lavoro svolto ed i risultati ottenuti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asl, ok al contratto integrativo aziendale: "Maggiori tutele per i lavoratori"

BrindisiReport è in caricamento