rotate-mobile
sanita

Primo Maggio con l'Ant a Torre S.Susanna: "Prevenire è vita"

TORRE S. SUSANNA - La delegazione Ant di Torre Santa Susanna dedicata alla piccola Rosanna Lodeserto organizza per domani, domenica Primo Maggio, il convegno “Prevenire è vita”. Appuntamento presso uno degli stand della tradizionale fiera organizzata il giorno della Festa dei Lavoratori, messo a disposizione dell’Associazione nazionale tumori dal presidente del comitato fieristico Vincenzo Marco Leo. Il convegno sarà introdotto dal presidente della sezione locale Cosimo Lodeserto, al tavolo dei relatori il dirigente medico del reparto Oncologia dell’ospedale Perrino di Brindisi, Saverio Cinieri, Arturo Bracciale responsabile medici Ant, la psicologia Ivana Romanello e il sindaco Costantino Galasso.

TORRE S. SUSANNA - La delegazione Ant di Torre Santa Susanna dedicata alla piccola Rosanna Lodeserto organizza per domani, domenica Primo Maggio, il convegno "Prevenire è vita". Appuntamento presso uno degli stand della tradizionale fiera organizzata il giorno della Festa dei Lavoratori, messo a disposizione dell'Associazione nazionale tumori dal presidente del comitato fieristico Vincenzo Marco Leo. Il convegno sarà introdotto dal presidente della sezione locale Cosimo Lodeserto, al tavolo dei relatori il dirigente medico del reparto Oncologia dell'ospedale Perrino di Brindisi, Saverio Cinieri, Arturo Bracciale responsabile medici Ant, la psicologia Ivana Romanello e il sindaco Costantino Galasso.

"La prevenzione è uno degli obiettivi fondamentali dell'azione dell'Ant - ha dichiarato il presidente Lodeserto -, meta raggiungibile attraverso una massiccia campagna di informazione e controllo di cui l'associazione si fa regolarmente promotrice su tutto il territorio nazionale. Le insegne del convegno che andiamo a presentare sono più che eloquenti: prevenzione è vita". L'iniziativa dell'attivissima delegazione torrese non è la prima, in questa direzione. Grande affluenza di pubblico ha avuto la giornata dedicata alla battaglia contro il melanoma organizzata tempo addietro, grazie alla quale alcune persone che si sottoposero a screening gratuito riuscirono a diagnosticare in tempo melanomi cutanei. Oggi stanno bene, e grazie a quella campagna di prevenzione hanno scongiurato ulteriori conseguenze.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo Maggio con l'Ant a Torre S.Susanna: "Prevenire è vita"

BrindisiReport è in caricamento