Prosegue l'emergenza sangue: l'Avis chiama a raccolta i donatori

Nuovo appuntamento, fissato per domenica 28 gennaio: dalle ore 8 alle 12 un’autoemoteca sarà presente presso l’ospedale “De Lellis” in prossimità dell’ex ingresso di via Labanchi

Permane l’emergenza sangue per la provincia di Brindisi e la sezione Avis “Stefano Beccarisi” di Mesagne  non può non rispondere all’appello urgente lanciato dal Centro Trasfusionale dell’ospedale “Perrino” di Brindisi.

Dopo la donazione del sangue svoltasi sabato 13 gennaio, l’Avis chiama a raccolta i propri soci e chiunque possa e voglia donare per un nuovo appuntamento, fissato per domenica 28 gennaio: dalle ore 8 alle 12 un’autoemoteca sarà presente presso l’ospedale “De Lellis” in prossimità dell’ex ingresso di via Labanchi per raccogliere quante più sacche possibili per soddisfare l’emergenza di sangue registrata dal Centro.

Un anno, il 2018, che è iniziato in salita con il picco influenzale che ha inciso in modo notevole sulla già perenne carenza di sacche ematiche nel Centro Trasfusionale. “Riteniamo fondamentale che ci sia una rapida risposta all’appello del Centro Trasfusionale – fanno sapere dall’Avis – I soci e chi è interessato a donare per la prima volta potrà farlo in occasione della donazione di domenica 28 gennaio. Quello che abbiamo abbracciato anche nella scorsa donazione, “Dona sangue, Dona vita”, è per noi il motto associativo, il motore di tutto quello che è la vita associazionistica vissuta a pieno pensando alle necessità di chi soffre. Non un semplice slogan, ma un motto per chi crede nella solidarietà”.

Per donare bisogna avere una età compresa fra i 18 ed i 65 anni, pesare almeno 50 kg, essere in buone condizioni di salute e condurre uno stile di vita senza comportamenti a rischio, non aver assunto alcun farmaco nell’ultima settimana (antidolorifici e aspirine). In occasione di donazioni mattutine, è richiesto arrivare alla sede della raccolta digiuni o con al massimo un caffè zuccherato e qualche biscotto o fetta biscottata. Da evitare latte e suoi derivati.

Necessario presentarsi presso la sede della donazione muniti di tessera sanitaria.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento