Aggressioni agli operatori sanitari, Nursind: "Bene il tavolo in prefettura"

Il segretario territoriale del sindacato, Villani: "Da tempo mettiamo in evidenza le criticità e fatto proposte concrete"

BRINDISI - Il Nursind (sindacato delle professioni infermieristiche) esprime ferma condanna nei confronti della grave aggressione avvenuta la sera di giovedì 30 gennaio nel reparto di Chirurgia vascolare dell’ospedale Perrino di Brindisi. 

“Respingiamo ogni tipo di aggressione – si legge in una nota a firma del segretario territoriale del Nursind, Carmelo Villani - nei confronti dei professionisti della salute poiché l’aggressione stessa minaccia l'integrità fisica e/o mentale della persona lesa e influenza negativamente il funzionamento del sistema sanitario nel suo complesso. Quando un professionista viene aggredito, indirettamente vengono attaccati anche gli altri cittadini curati da lui perché viene ad infrangersi il rapporto di fiducia che deve necessariamente instaurarsi nella relazione assistenziale infermiere/cittadino”.
 
“Da parte nostra – prosegue Villani - da tempo mettiamo in evidenza le criticità e fatto proposte concrete, non ultimo anche mediante la campagna di sensibilizzazione lanciata nel dicembre del 2016”. 

Villani infine accoglie positivamente la convocazione di un incontro da parte del prefetto di Brindisi: “Auspichiamo un immediato e serio confronto di tutte le forze politiche e sociali responsabili – conclude - al fine di addivenire alla soluzione definitiva di tale intollerabile problema”.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento